Rifiuti Lazio, Santori: si chiuda brutta storia del gassificatore di Malagrotta

“Il gassificatore di Malagrotta è una brutta storia. Ora che anche i tribunali si sono espressi appare necessario mettere la parola fine a questa vicenda e ci attendiamo da Zingaretti l’annullamento di un progetto industriale pericoloso per la città e obsoleto dal punto di vista tecnico. L’appello voglio farlo a Zingaretti, a Civita non parlerei mai male dell’Avvocato e dei suoi affari”, così dichiara in una nota Fabrizio Santori, consigliere regionale del Lazio e componente della commissione Ambiente e Rifiuti, in merito alla condanna dell’Avv. Manlio Cerroni sulla questione gassificatore di Malagrotta.

“Nell’immobilismo di una sinistra al governo di Regione e Roma Capitale che sulla faccenda rifiuti attende un commissario nel rischio quotidiano di un’emergenza, ci auguriamo decisioni almeno su questa vicenda. Da tempo comitati e cittadini sottolineavano la pericolosità di questo impianto, e con loro ne denunciai lati oscuri e forzature imbarazzanti. Credo che quando la giustizia si esprima su questioni così delicate, quali quelle riguardanti una struttura industriale così invasiva dal punto di vista ambientale e dannosa sotto quello della salubrità, la politica e le Istituzioni debbano prendere atto che qualcosa non va. Quella del gassificatore di Malagrotta è una brutta storia cui occorre mettere la parola fine”, conclude Santori.

NESSUN COMMENTO

Comments