Rifinanziamento missioni di pace, ok di Palazzo Madama

Passa all’esame del Senato il decreto che rifinanzia fino alla fine dell’anno le missioni di pace all’estero.

Approvato con 269 voti a favore, 12 contrari e un astenuto, il dl passerà ora al voto della Camera.

Hanno votato a favore del decreto tutti i gruppi di maggioranza, compresa la Lega Nord, e di opposizione, quindi anche il Pd nonostante alcune fibrillazioni interne rientrate all’ultimo minuto.

Gli esponenti del Partito Democratico aveva, infatti, chiesto una sospensione dell’Aula per un confronto interno, decidendo di appoggiare il decreto nonostante il dissenso di un esiguo gruppetto di parlamentari, tra i quali Ignazio Marino e Vincenzo Vita.

"E’ passata la linea che vincola tutti per il sì al decreto", ha commentato il senatore Marco Follini al termine dell’assemblea lampo del gruppo del Pd.

Conferma giunta poi anche dallo stesso Vita: "Ha prevalso la linea del voto politico rispetto al voto di coscienza. Voteremo compatti per il sì nonostante alcuni di noi abbiano espresso opinioni diversificate che però non si esprimeranno in Aula, ma si sono espresse in assemblea di gruppo".

Voto contrario, invece, da parte dell’Italia dei Valori. Astensione, tra gli altri, per i radicali Emma Bonino, Donatella Poretti e Marco Perduca.

Ieri, intanto,era rientrata in Italia la salma del caporal maggiore David Tobini, terzo militare italiano ucciso in Afghanistan nel mese di luglio. Il parà è stato colpito mortalmente durante uno scontro a fuoco nella zona di Bala Murghab. Alle 18 di oggi si svolgeranno i funerali nella Basilica romana di S. Maria degli Angeli.

NESSUN COMMENTO

Comments