Repubblica Dominicana, il MAIE premia l’eroe Sergio Cipolla

Sergio Cipolla ha salvato 14 naufraghi nel mare in tempesta al largo di Boca Chica. Anche per questo il MAIE ha deciso di premiarlo con la consegna di una targa alla presenza di diversi connazionali

Lo scorso sabato 5 novembre il MAIE ha premiato Sergio Cipolla, luogotenente dei Carabinieri in congedo, un uomo coraggioso che si è prodigato tutta la vita per l’Italia e gli italiani. L’evento si è tenuto presso il ristorante italiano Sporting Club, di Michele Cerchiara, coordinatore del Movimento Associativo Italiani all’Estero a Boca Chica.

Sergio Cipolla ha salvato 14 naufraghi nel mare in tempesta al largo di Boca Chica. Anche per questo il MAIE ha deciso di premiarlo con la consegna di una targa alla presenza di diversi connazionali, che ormai assistono sempre più numerosi a questi eventi, tesi anche a unire la comunità italiana della Repubblica Dominicana, proposti e organizzati dal MAIE RD, coordinato da Flavio Bellinato.

TUTTI I DETTAGLI Dunque il MAIE ha organizzato un evento molto significativo per l’immagine della comunità italiana della Repubblica Dominicana. È stato premiato con la consegna di una targa commemorativa il luogotenente dei carabinieri in congedo Sergio Cipolla, che insieme alla sua squadra di volontari di soccorso marino ha salvato da morte sicura a seguito di naufragio e con il mare in tempesta 14 cittadini dominicani al largo di Boca Chica. Gravissimo incidente con tre vittime mortali.

Erano presenti tra il pubblico numerosi membri della squadra di soccorso guidata dall’ex ufficiale dei Carabinieri e tanti nostri connazionali qui residenti interessati ad assistere a questo atto di ringraziamento del Movimento Associativo Italiani all’Estero. Tra i relatori, il presidente del CO.MI.TES, il cav. Paolo Dussich, lo stesso ufficiale dei carabinieri in congedo, Sergio Cipolla, il coordinatore del MAIE Repubblica Dominicana, dott. Flavio Bellinato e il coordinatore del MAIE Santo Domingo, Armando Tavano.

Nel suo discorso introduttivo il Cav. Dussich ha espresso la sua ammirazione nella sua veste di presidente del CO.MI.TES per il gesto eroico e si è impegnato a proporre all’ambasciata italiana di Panama di procedere a sua volta a un riconoscimento ufficiale da parte dello Stato italiano al luogotenente in congedo Sergio Cipolla. Successivamente ha preso la parola il coordinatore del MAIE di Santo Domingo, Armando Tavano, che ha messo in evidenza un singolare accostamento della figura del coraggioso carabinieri all’immigrazione italiana, i cui inizi risalgono ormai a oltre due secoli.

L’ufficiale in congedo intervenuto successivamente ha ringraziato il MAIE, dichiarando che si trattava del primo premio ricevuto in tanti anni di servizio a favore dell’Italia e degli italiani e oggi a beneficio dei cittadini del paese che lo ospita. L’ex ufficiale dei carabinieri ha proposto ai presenti di unirsi alla sua squadra di soccorso come volontari per partecipare di persona alla sua importante attività.

Soccorsi alle persone in difficoltà nel mare sono all’ordine del giorno. Il riscatto dei naufraghi non è stato l’unico, anzi questi salvataggi, ha ribadito il nostro insigne connazionale, sono all’ordine del giorno. Dopo di lui il coordinatore di Santo Domingo, Bellinato, ha risaltato l’importanza del gesto del Luogotenente dei Carabinieri in congedo, gesto che fa onore a tutta la comunità. Ha proceduto quindi alla consegna della targa all’eroico connazionale: “Al Luogotenente dei Carabinieri in congedo SERGIO CIPOLLA per aver portato in alto il nome dell’Italia in Repubblica Dominicana grazie all’eroico salvataggio di 14 persone naufragate nel Mar dei Caraibi nel mese di maggio del 2014”.

Comments