Repubblica Dominicana, Incentivi fiscali per pensionati stranieri e ‘redditieri’

La Repubblica Dominicana annovera un alto flusso di inversionisti stranieri, così come di stranieri che decidono di ritirarsi o risiedere per godere delle risorse naturali che offre il paese caraibico.

In questo senso, lo Stato Dominicano, mediante la legge No. 171-07, sugli incentivi speciali ai Pensionati e/o "Redditieri" di fonte straniera (di seguito “Legge dei Redditieri”), stabilisce un quadro di regolazione che implicano degli incentivi per gli stranieri che decidono di ritirarsi o risiedere in Repubblica Dominicana.

La legge dei "Redditieri" completa la legge sull’investimento straniero, che assieme ad altre leggi di incentivi stabiliscono il quadro di regolazione dell’ investimento straniero nella Repubblica Dominicana.

Esaminiamo assieme brevemente quali sono gli incentivi che stabilisce la legge dei "Redditieri".

Questa legge offre un insieme di incentivi attrattivi per quei pensionati di fonte straniera o "redditieri" che decidano di risiedere nella Repubblica Dominicana.

Il primo che dobbiamo segnalare, prima di stabilire i benefici di Legge, e la definizione di pensionati o "redditieri", per determinare coloro i quali facciano parte di questa definizione, e di conseguenza, potrebbero fruire degli incentivi che dispone questa legge.

L’articolo No. 1 della legge dei "Redditieri" definisce i pensionati o ritirati cosi come le persone straniere o dominicane che ricevono un reddito mensile originato da una pensione o ritiro da un governo, organismo ufficiale o impresa privata di origine straniera e che desiderano trasferire la propria residenza nel paese per godere del beneficio di detta pensione in territorio dominicano.

In ugual maniera, la legge definisce la pensione come tutto il reddito di origine straniera proveniente da tutte le entrate che costituiscano utile o beneficio, che renda un bene o attività e tutti gli utili, redditi che si percepiscano o maturino da patrimoni, non giustificati dal contribuente, qualsiasi sia la sua natura, origine o denominazione.

Per ultimo, i "Redditieri" sono considerati come quelle persone che ricevono redditi stabili, permanenti, il quale capitale principale sia generato o proveniente dall’estero per qualsiasi delle modalità che si indicano a seguito:

– Depositi e/o investimenti di banche con sedi all’estero.

– Rimesse provenienti da banche o finanziarie con sedi all’estero.

– Investimenti di imprese con sedi all’estero.

– Rimesse originate da immobili.

– Interessi ricevuti da titoli emessi in moneta straniera generate all’estero.

– Utili ottenuti per investimenti in titoli emessi in moneta straniera e/o nazionale   con lo Stato o sue istituzioni, sempre e quando il capitale sia stato generato all’estero e il cambio della moneta avvenga nel paese.

– Interessi, rendite o dividendi di investimenti mobili o immobili realizzati nel paese, il cui principale sia stato generato all’estero.

Da queste definizioni si deduce che non solo gli stranieri se non anche i dominicani pensionati all’estero e che vogliano ritornare al paese, si beneficerebbero degli incentivi di questa legge.

Dunque, i pensionati e i "Redditieri" di fonti straniere che desiderino risiedere in forma permanente nel paese si potrebbero beneficiare degli incentivi che dispone la legge, sempre che adempiano ai requisiti e condizioni stabiliti nella legge dei "Redditieri".

Ebbene, quali sono gli incentivi o benefici che stabilisce la legge dei "Redditieri"? Vediamo quindi ognuno di questi:

•    Residenza per investimento: questo programma permette agli investitori stranieri di conseguire la residenza dominicana in un periodo di 45 giorni lavorativi, inoltre se l’investitore lo desidera potrà optare per la nazionalità dominicana in un periodo di 6 mesi, conforme a quanto stabilisce la legge sulla Naturalizzazione.

•    Esenzione parziale di tasse di importazione di veicoli a motore. Questa esenzione e’stata stabilita dalla L. N.168.

•    Esenzione di tasse sul trapasso immobiliare, della prima proprietà immobiliare acquistata.

•    Esenzione del 50% delle tasse sulle ipoteche, sempre e quando il creditore sia un istituto finanziario regolarizzato.

•    Esenzione del 50% di tasse sulla proprietà immobiliare (IPI), nei casi applicabili.

•    Esenzione delle tasse sugli affitti per il pagamento dei dividendi e interessi, generati nel paese o all’estero.

•    Esenzione del 50% della tassa sugli utili del capitale per gli immobili venduti da pensionati e “Redditieri”, che siano stati acquistati in conformità di legge. Gli utili e incentivi che stabilisce la Legge dei “Redditieri” costituiscono una importante attrazione per gli stranieri che decidano di stabilirsi nella Repubblica Dominicana, tale e quale si può verificare dopo aver accertato gli stessi.

Requisiti per beneficiarsi della legge dei "Redditieri"

Con il proposito che gli stranieri possano beneficiarsi della legge dei "Redditieri" si richiede di adempiere con determinati requisiti.

In primo luogo il pensionato dovrà percepire un  ingresso mensile documentato non inferiore a USD $1.500, pari a € 1.153,00* mentre che il "Redditiere" dovrà percepire un ingresso mensile di USD $2.000, pari a € 1.538,00* o l’equivalente in moneta nazionale.

Se lo straniero o investitore vorrà aggiungere i sui famigliari agli utili per il conseguimento della residenza dominicana dovrà aggiungere una entrata di USD $250, pari a € 192,00* per ogni componente del nucleo famigliare.

Nella stessa maniera, i dominicani pensionati dalle istituzioni all’estero che comprovino di ricevere redditi in conformità con la legge dei "Redditieri" si beneficeranno delle esenzioni applicabili, sempre che abbiano risieduto permanentemente all’estero, per almeno dieci (10) anni.

E’ opportuno evidenziare che non esiste una età minima per essere appropriato e qualificato per avvalersi dei benefici della legge dei "Redditieri", solo si dovrà adempiere con i requisiti stabiliti dalla legge.

Permesso di residenza per investitori

I "Redditieri" come i pensionati stranieri, se in conformità con la definizione stabilita dalla legge, cosi come il proprio coniuge e figli non coniugati di età minore ai 18 anni, maggiorenni interdetti o i maggiorenni che comprovino di essere universitari e dipendano economicamente dal richiedente, potranno optare per la residenza per investimento.

La richiesta di residenza si presenta presso lo sportello specifico "Investimento Straniero" della Direzione Generale di Emigrazione e si dovranno adempiere  a tutti i requisiti richiesti per il procedimento della residenza.

In aggiunta a tali requisiti, i pensionati dovranno includere un certificato del governo, organismo ufficiale o impresa privata di origine straniera dove prestavano servizio e che attesti la condizione di ritirato o pensionato.

I "Redditieri" invece, dovranno documentare che percepiscono redditi permanenti e costanti provenienti da fonte straniera, per un periodo non inferiore ai cinque (5) anni, Questo si potrà attestare tramite contratto tra il redditiere e la società o entità dalla quale percepisce la rendita, inoltre il redditiere dovrà dichiarare che tale rendita sarà trasferita nella Repubblica Dominicana.
E’ importante risaltare, che si richiederà la residenza per investimento o definitiva e che la stessa sia valida per potersi beneficiare degli incentivi stabiliti dalla legge dei "Redditieri".
Di conseguenza, all’interno dei procedimenti nelle diverse istituzioni governamentali per applicare alle esenzioni si richiederà copia della residenza per investimento o definitiva.

Altre Disposizioni di interesse stabilite nella legge dei "Redditieri"

I veicoli a motore che siano facilitati dalla la legge dei "Redditieri" non potranno essere trapassati nè venduti a terzi per un periodo di almeno cinque (5) anni da decorrere dal suo arrivo nel paese,  a meno che non si paghino le relative tasse.

I pensionati, così come i "Redditieri" beneficiati dalla legge, potranno svolgere lavori remunerati nella Repubblica Dominicana, nonostante detta remunerazione sia soggetta al pagamento delle tasse corrispondenti ai sensi della normativa fiscale vigente.

Un provvedimento interessante della legge, e’ quello che stabilisce che se il richiedente principale morisse, i diritti acquisiti sono assegnati al coniuge o a qualsiasi altro famigliare sempre che adempiano con quanto stabilito negli articoli 3, 5 e 6 della legge dei "Redditieri" concernente alla somma minima della pensione o rendita mensile, i requisiti per conseguire il permesso di residenza per investimento e il procedimento di richiesta della stessa.

Decisivamente, la legge dei "Redditieri" stabilisce sanzioni per quei richiedenti che per essere beneficiati dalla legge, sottopongono, in piena coscienza, informazione falsa, prevedendo una multa di una somma pari al doppio della quantità corrispondente che dovrebbe pagare al fisco dominicano.

In definitiva, la legge dei "Redditieri" stabilisce un quadro normativo di incentivi per quei stranieri redditieri o pensionati che desiderano risiedere nella Repubblica Dominicana.

A forza di ciò, consideriamo che gli stranieri devono utilizzare i meccanismi legali di incentivo al momento di investire o stabilirsi nel paese, perchè in questo modo ridurrebbero il costo fiscale, però allo stesso tempo contribuirebbero allo sviluppo e consolidamento della Repubblica Dominicana. A nostro parere, questa e’ stata la intenzione dello Stato Dominicano al dettare la legge dei "Redditieri".

La tassa attuale per le ipoteche ammonta al 2% della somma dell’ipoteca.

La tassa attuale del IPI ammonta all’1% dell’eccedente delle proprietà con un valore superiore ai RD$ 5.000.000,00 pari al cambio RD$/EUR** 50×1 approssimativamente  € 100.000,00.

*   La conversione da USD a EURO è stata calcolata con il tasso di cambio a 1,30
** La conversione da RD$ a EURO è stata calcolata con il tasso di cambio a 50,00

NESSUN COMMENTO

Comments