Renzi, “basta parlare male dell’Italia all’estero” [VIDEO]

"Bisogna farla finita di andare in Europa a parlare male dell'Italia, non capendo che quando si va all'estero si difendono i propri colori. Questa e' anche un'autocritica per la mia parte politica”

Matteo Renzi interviene all’assemblea degli industriali di Torino. “Non credo al racconto stereotipato di chi dice di non parlare con gli imprenditori ma con i lavoratori. Se non ci fossero gli imprenditori, che sono i primi lavoratori, non ci sarebbero le imprese e, quindi non ci sarebbe il futuro del Paese”.

“Bisogna farla finita di andare in Europa a parlare male dell’Italia, non capendo che quando si va all’estero si difendono i propri colori. Questa e’ anche un’autocritica per la mia parte politica”, ha detto il presidente del Consiglio. “A livello internazionale dicevano che il Mezzogiorno e’ mafia, per questo sono tornato indietro sulla mia decisione e il G7 da Firenze l’ho fortemente voluto a Taormina”, ha aggiunto il premier che ha bacchettato l’Europa “che sui migranti si volta dall’altra parte dando una dimostrazione di egoismo che non ha pari”.

Renzi questa mattina a Torino ha visitato lo stabilimento della Thales Alenia Space: “In occasione della missione su Marte del 2020, l’Italia e Torino saranno la capitale degli studi sul pianeta rosso, segno che possiamo essere Paese leader anche nell’innovazione”. “Noi siamo la qualità – ha poi aggiunto il premier rivolgendosi agli imprenditori torinesi – il cambiamento spaventa ma è anche interessante. L’importante è convincerci che non siamo secondi a nessuno”.

“L’Italia e’ il Paese leader nella prima missione europea su Marte. Orgoglioso dei nostri scienziati e ingegneri”, scrive poi su Facebook il premier. “Grazie per la vostra professionalita’ – scrive il premier sul Libro d’Onore dell’azienda – Orgoglioso della qualita’ del vostro lavoro: l’Italia guida gli sforzi perche’ l’Europa sia all’avanguardia nello spazio. E nei valori. In bocca al lupo”, conclude Renzi dando a tutti appuntamento al 2021 “su Marte!”.