Renzi, ‘con le riforme l’Italia ha recuperato terreno’

"L’Italia ha recuperato i problemi che aveva. Ogni deputato metterà la faccia su quello che voterà". Lo ha detto il presidente del consiglio Matteo Renzi al Teatro Niccolini, a Firenze, durante la prima tappa del suo tour in vista del referendum costituzionale. "Quelli che ci fanno lezione sulla flessibilità in Europa, sono quelli che hanno firmato il fiscal compact".

"Anni fa l’Italia era incastrata in una depressione politica. Si chiedeva di abbassare le tasse e si rimase per sei mesi a discutere su come chiamare la tassa che si voleva eliminare". "A fronte di questo, e’ accaduto che le riforme improvvisamente hanno cominciato a realizzarsi", ha aggiunto Renzi: "Il Parlamento e’ uscito dall’incantesimo e le cose sono state fatte".

"Giusto preoccuparsi delle aziende in crisi, Sulcis, Guess: grazie a Jobs Act 398 mila persone in piu’ che lavorano. Non basta", ma "ieri quasi 400 mila persone hanno potuto festeggiare la giornata del lavoro".

"Quando la cronaca politica parlerà di questi due anni vedrà che il Parlamento si è svegliato, è uscito dall’incantesimo e ha iniziato a fare cose. Qualcuno avrà perplessità, ma questo ha prodotto un cambiamento radicale, il Pil è tornato al segno più e il lavoro ha avuto dei miglioramenti, ancora poco" ma la situazione si è sbloccata.