Reinhold Messner, ‘Renzi? Gli manca la visione dei problemi dell’Italia’

Reinhold Messner il 17 settembre compie 70 anni. Intervistato dalla agenzia Ansa, parla anche di politica, lui che è stato europarlamentare dei Verdi, e su Matteo Renzi dice: "Il premier ha le idee chiare, sa cosa si dovrebbe fare. So quanto sia difficile in Italia portare avanti dei progetti complessi. Cosa manca a Renzi e’ la chiara visione dei veri problemi dell’Italia, che in alcuni settori, come per il turismo e il cibo, era all’avanguardia".

Secondo Messner, non si dovrebbe solo parlare "di Roma, del parlamento o dei debiti. Il vero problema e’ che l’Italia ha perso il contatto con il resto del mondo economico". "Se l’Italia – aggiunge l’alpinista – non riesce a riconquistare la leadership in qualche campo, siamo finiti. Saremo secondo e poi terzo mondo. E sarà colpa nostra, non degli altri, siamo tutti responsabili di cosa sta succedendo in Italia".

Parlando di sport e di alpinismo in particolare: “Il mio alpinismo e’ fallito, non esiste più. Forse Bonatti e’ stato l’ultimo vero alpinista e la mia generazione ha portato il suo stile leggero sulle montagne piu’ alte del mondo. Oggi pero’ questo alpinismo non viene piu’ praticato dai giovani, che preferiscono la scalata veloce sulle vie preparate".

Secondo Messner, "l’alpinismo e’ molto cambiato negli ultimi 30 anni" con il boom dell’arrampicata sportiva nelle palestre e con le cime piu’ alte e piu’ belle del mondo rese accessibili ai turisti con corde e scale. "Abbiamo – aggiunge – una divisione chiara tra sport, turismo e quel po’ di alpinismo che e’ rimasto".

Il Re degli ottomila ricorda di essere "nato dopo la guerra in un periodo povero, ma ricco di speranze. Oggi un giovane trova un mondo chiuso e sovraffollato, un mondo nel quale non e’ solo molto difficile trovare un lavoro, ma anche esprimersi, fare qualcosa di eccezionale".