Regno Unito, a Londra evento all’Ambasciata d’Italia a sostegno del vino tricolore

La degustazione ha offerto l'occasione per presentare un'offerta ampia di vini provenienti da alcuni dei più importanti viticoltori italiani

Per la prima volta in 33 anni, la rinomata casa d’asta Christie’s ha dedicato un intero pomeriggio all’eccellenza del vino “Grand Cru” italiano. A sostegno della produzione vitivinicola di alta qualità italiana, l’Ambasciata d’Italia a Londra ha infatti organizzato ieri – in collaborazione con la sede londinese dell’Istituto per il Commercio Estero (ICE), Christie’s e il Comitato Grandi Cru d’Italia – una degustazione per oltre 120 tra collezionisti internazionali di vino e distributori.

La degustazione ha offerto l’occasione per presentare un’offerta ampia di vini provenienti da alcuni dei più importanti viticoltori italiani, tra cui: Antinori, Argiola, Barone Ricasoli, Bertani, Biondi-Santi, Ca’ del Bosco, Campogiovanni-San Felice, Castello Banfi, Cavallotto, Col D’Orcia, Domini Castellare di Castellina, Fèlsina, Ferrari, Frescobaldi, Michele Chiarlo, Oasi degli Angeli, Ornellaia, Planeta, Rocche dei Manzoni, Tedeschi e Tenuta San Guido.

Presenti alla degustazione, ospiti dell’Ambasciatore Raffaele Trombetta, l’AD di Christie’s Guillaume Cerutti, l’Amministratore delegato di Christie’s Italia Cristiano De Lorenzo ed il Direttore di Christie’s Wine Tim Triptree, il vicepresidente del Comitato Grandi Cru d’Italia Paolo Panerai, oltre che al direttore dell’Ufficio ICE di Londra, Roberto Luongo.