Regione Lazio, 1 milione e 800mila euro in comunicazione solo nel 2016

Santori e Righini (Fdi): “Pd boccia trasparenza su fondi a giornali online. Spiace che non sia andata a buon fine la nostra proposta sui fondi riservati ai giornali online”

“Ieri il consiglio regionale del Lazio ha approvato una serie di ordini del giorno presentati da Fratelli d’Italia collegati alla legge di stabilità che puntano a risolvere alcune criticità come l’erosione delle spiagge lungo il litorale, il dissesto idrogeologico, puntando sull’assunzione di figure professionali come quella del geologo connesse alla messa in sicurezza del territorio, puntando inoltre sul rilancio dell’economia e dell’ambiente attraverso i piani di assetto delle Aree naturali protette, il rilancio del comparto nautico, la valorizzazione della rete di laboratori privati”. E’ quanto dichiarano in una nota Fabrizio Santori e Giancarlo Righini, consiglieri regionali del Lazio di Fratelli d’Italia.

“Spiace invece che non sia andata a buon fine la nostra proposta sui fondi riservati ai giornali online. E’ doveroso specificare che per il solo 2016 ammontano a 1 milione 776 mila euro le spese in comunicazione della Regione Lazio. La maggior parte di queste risorse pubbliche sono state distribuite a concessionarie che gestiscono le pubblicità delle varie testate giornalistiche”.

“Di fatto, viene meno il principio di trasparenza della pubblica amministrazione secondo cui i flussi di denaro di un Ente devono essere facilmente individuati, senza perdersi nei meandri degli intermediari. Invece, allo stato attuale, c’è una schermatura delle risorse regionali che complica di fatto per i cittadini il percorso di individuazione di tali spese, se non dopo una difficoltosa e lunga ricerca delle concessionarie pubblicitarie e della loro corrispondenza con le testate giornalistiche destinatarie finali dei soldi regionali”.