Referendum, i gazebo del Comitato Roma Vota No nelle piazze della Capitale

“La Riforma non supera il bicameralismo perfetto, cede porzioni eccessive di sovranità popolare a vantaggio dell’Unione europea e contro i cittadini”

“Domani sabato 26 novembre il Comitato Roma Vota No in collaborazione con il Comitato No Grazie e con esponenti e consiglieri municipali di Fratelli d’Italia sarà presente con i propri gazebo in alcune piazze della Capitale per illustrare ai cittadini romani le ragioni di contrarietà al referendum del 4 dicembre sulla Riforma Costituzionale proposta da Matteo Renzi. La nostra presenza nelle piazze della Capitale anticiperà la grande manifestazione prevista per domenica 27 all’Eur all’Auditorium Massimo con Giorgia Meloni”. E’ quanto dichiarano in un nota Raimondo Fabbri, presidente del Comitato Roma Vota No, il consigliere regionale del Lazio di Fratelli d’Italia, Fabrizio Santori, e il consigliere di Roma Capitale di Fratelli d’Italia Francesco Figliomeni, promotori dell’iniziativa che toccherà i municipi 5, 7, 11, 12, 13, 14 e 15 dal Collatino alla zona Centocelle-Prenestino, il Tuscolano, la zona della Portuense, Monteverde e Montespaccato, il Trionfale fino a Ponte Milvio e Labaro.

Si tratta, secondo gli organizzatori, di “un’occasione per focalizzare l’attenzione della gente sul pasticcio combinato dai nuovi ed improvvisati padri costituenti. La Riforma non supera il bicameralismo perfetto, cede porzioni eccessive di sovranità popolare a vantaggio dell’Unione europea e contro i cittadini, che oltre a non eleggere più i senatori, vedranno aumentate le firme necessarie per presentare referendum e leggi di iniziativa popolare”.

“Spiegheremo agli italiani perché il nostro No rappresenta una seria alternativa alla deriva costituzionale proposta da Renzi. Il governo – concludono – ha perso l’occasione per far passare l’Italia al sistema presidenziale, introdurre in Costituzione il tetto alla tasse, o ai cittadini la possibilità di pronunciarsi sui trattati dell’Unione Europea”.