Rai, Gubitosi: ci è stato chiesto un sacrificio e noi lo faremo

WCENTER 0XMMBBNKFN Il direttore generale della Rai, Luigi Gubitosi, durante la conferenza stampa del documentario sulla comunita' di San Patrignano: ''Prendersi per mano'', presentato nella sede della Rai di viale Mazzini, 11 dicembre 2012, a Roma. ANSA/CLAUDIO ONORATI

Luigi Gubitosi, direttore generale della Rai, intervistato dal Corriere della Sera parla dello sciopero indetto dai dipendenti dell’azienda contro il taglio di 150 milioni chiesto dal governo: "Questo sciopero è un errore. La Rai fa parte del sistema. Ci è stato chiesto un sacrificio e noi lo faremo".

Sui tagli ai conduttori, aggiunge: "Noi calmieriamo il mercato, ma dobbiamo ricordarci sempre che c’è un mercato". Inoltre, sulla possibilità che il Cda faccia ricorso contro i tagli, precisa: "Non entro nel merito delle prerogative del Cda, su questo si esprimerà la presidente. Dal mio punto di vista non mi interessa impiegare tempo per discutere il ricorso; mi interessa lavorare per trovare 150 milioni".

Per ciò che riguarda la richiesta di ‘vendita’ di Raiway precisa: "Si parla di svendita senza sapere il prezzo", "stiamo parlando della vendita del collocamento della quota di minoranza". E aggiunge: "Alcuni di quelli che si dichiarano contro, tre anni fa erano per venderla". Sulle sedi regionali aggiunge che ne parlerà "con il consiglio, poi con l’azionista. Vogliamo rafforzare la nostra presenza sul territorio guadagnando però efficienza".

NESSUN COMMENTO

Comments