Raddoppia (o quasi) la tassa per rilascio passaporto, da 40 a 73 euro

Passaporti piu’ ‘salati’: per ottenere il rilascio (oltre al costo del libretto, ora anche con chip per le impronte digitali) si dovranno sborsare 73,50 euro a titolo di contributo amministrativo. La novita’ e’ contenuta in un emendamento (firmato da Giorgio Tonini del Pd) approvato dalle commissioni Bilancio e Finanze del Senato durante l’esame del decreto Irpef.

Il contributo, praticamente raddoppiato (prima era di 40,29 euro) scattera’ alla data di entrata in vigore del decreto e insieme al costo del libretto (ancora cartaceo) sara’ aggiornato dal ministero dell’Economia e delle finanze ogni due anni. Anche il riconoscimento della cittadinanza italiani sara’ ‘salato’: lo stesso emendamento fissa in 300 euro i diritti consolari da riscuotere per i maggiorenni.

Contestualmente viene abolita la tassa annuale (che era anch’essa di 40,29 euro e doveva essere pagata per viaggi extra-Ue).

Al contributo per il rilascio del passaporto dovrà aggiungersi il costo del libretto che sarà stabilito ogni due anni dal ministero dell’Economia.

NESSUN COMMENTO

Comments