Il racconto di una escort: “Più volte mi hanno usato come tangente, ecco come funziona”

“Una notte con la escort può essere sicuramente un bel regalo, un grande aiuto, per prendere un appalto o convincere qualcuno ad acquistare da te delle forniture”

Corruzione e escort. Un binomio tornato di prepotente attualità. Con Radio Cusan Campus parla una delle escort più richieste dalla Roma bene, che ha confessato come molte volte sia stata utilizzata proprio come tangente.

Sofia, il nome è di fantasia, racconta: “Spesso le escort vengono usate al posto dei soldi per corrompere qualcuno o per fare un regalo. Tante volte mi è capitato di essere regalo per un qualcosa, magari dei fornitori che per prendersi un appalto oppure una fornitura regalano una notte con una escort, questo mi è capitato tante volte. Io per esempio ho degli amici importanti, imprenditori, si parla di grandi livelli. Non voglio scendere troppo nei dettagli, ma magari producono delle cose e per venderle hanno bisogno di un aiuto…”.

“Una notte con la escort può essere sicuramente un bel regalo, un grande aiuto, per prendere un appalto o convincere qualcuno ad acquistare da te delle forniture. Allora l’imprenditore di turno mi chiama, mi paga e mi chiede di stare una notte con il suo amico… Mi è capitato tante volte, non è che scendono nei dettagli, ma non sono scema e capisco bene di cosa si tratta. Ci si incontra in alberghi discreti e si fa quello che si deve fare. Io non mi sento umiliata da questa cosa, anzi. Mi fa sentire preziosa”.