Puglia, Storace (La Destra): ‘Poli Poltrone’ ritiri sua candidatura

"Adriana Poli Bortone farebbe bene a ritirare la sua candidatura civetta, che e’ utile solo a Michele Emiliano per il governo della Puglia". Lo afferma Francesco Storace, segretario nazionale de La Destra e vicepresidente del Consiglio regionale del Lazio.

"L’illusione di Berlusconi di dare una lezione a Fitto sta rischiando di far perpetuare il dominio della sinistra in Puglia e Forza Italia passa dal 20% all’8% dei voti- dice ancora-. L’atteggiamento della Poli Bortone e’ inspiegabile: illusorio pensare che il carisma sia eterno, specie quando si fanno cosi’ tante capriole politiche da venir ribattezzata ‘Poli Poltrone’. Pretende, Adriana, ogni volta di candidarsi a tutti i costi. Nel 2010 spacco’ il centrodestra rifugiandosi nell’Udc di Gianfranco Micciche’ e ora lo fa di nuovo rompendo addirittura con il suo partito attuale, Fratelli d’Italia”.

“Quando nel 2013 mi sono candidato alla presidenza del Lazio, c’era chi voleva Beatrice Lorenzin anziche’ me. Non mi misi a frignare e chiesi solo di verificare i consensi di entrambi ma ne’ io ne’ l’attuale Ministro della Salute ci ringhiammo addosso. La realta’ e’ che in un durissimo scontro interno a Forza Italia, la Poli Bortone si e’ prestata al gioco. Addirittura ha sbeffeggiato la proposte di elezioni primarie con il prof. Schittulli, che fino a pochi giorni fa era anche il suo candidato preferito. Berlusconi le ha portato in dote persino Salvini, che non aveva intenzione di schierare una lista in Puglia. Ma quando il Cavaliere chiama, ha evidentemente buoni argomenti. Brutta pagina, che la Poli Bortone farebbe bene a mettere rapidamente da parte. Finire tra i fischi e’ la chiusura piu’ brutta per le attrici stagionate che non si rassegnano al calare del sipario".

NESSUN COMMENTO

Comments