Prova costume, bocciato 1 italiano su 2: ecco come rimettersi in forma

La bella stagione è in arrivo, ma un italiano su 2 (53%) dichiara di non sentirsi fisicamente ancora pronto per colpa del peso. E se una donna su 3 (31%) si lamenta per qualche chilo di troppo accumulato durante l’inverno, ben il 43% degli uomini invece si ritiene addirittura in sovrappeso.

In effetti, secondo gli ultimi dati Istat, in Italia il problema del peso colpisce il 33,1% della popolazione, 41% degli uomini e 25,7% delle donne. La non perfetta forma fisica, specie con la bella stagione alle porte, per sei italiani su 10 (60%) influenza anche la sfera emotiva poiché suscita apprensione (21,5%), sconforto (20%) e a volte li rende anche intrattabili (22,5%). La pancia è la zona che più di ogni altre per il 62% degli italiani necessità di essere “ritoccata”. E per correre ai ripari c’è chi cerca di fare più attività fisica specie in casa o al parco (25,5%) o “consumare più acqua, frutta e verdura per purificarsi” (24,5%).

E’ quanto emerga da uno studio di In a Bottle (inabottle.it) condotto con metodologia WOA (Web Opinion Analysis) su circa 1.200 italiani – donne e uomini tra i 20 e i 55 anni – attraverso un monitoraggio online sui principali social network, blog, forum e community, per capire come si preparano in vista della bella stagione.

La non perfetta forma fisica può influenzare la sfera emotiva? Ad esserne convinti sono quasi 6 italiani su 10 (55%), tra questi ben il 70% delle donne e il 60% degli uomini. A livello emotivo l’essere in ritardo porta gli italiani a diventare quasi intrattabili (22,5%), andare in apprensione (21,5%) e farsi prendere nello sconforto (20%). Ma c’è anche un 17,5% che cerca di “non piangersi addosso e reagire” e il 9,5% afferma tutto sommato che non ne fa un dramma.

“Il peso perfetto è un trappolone – afferma Michele Cucchi, psichiatra e Direttore Sanitario del Centro Medico Santagostino di Milano – Più ci avvicineremo all’obiettivo più ci sentiremo vulnerabili, insicuri, perché è tutto un problema di autostima e non di oggettività. La sicurezza è l’atteggiamento delle persone che sanno di non essere perfetti e non si sentono per questo sbagliati. Chi delega al canone perfetto la propria felicità è condannato a sentirsi rivedibile e finisce per non piacere nemmeno agli altri”.

Bere acqua aiuta a non prendere peso? Spiega il dottore Alessandro Zanasi, esperto dell’Osservatorio Sanpellegrino: “L’acqua aiuta a dare un senso di pienezza allo stomaco. Ciò significa che se beviamo molto tendiamo a mangiare meno e di conseguenza evitiamo di accumulare calorie e quindi di prendere peso. Inoltre i Sali minerali contenuti nelle diverse acque e nei cibi più ricchi di acqua aiutano le funzioni metaboliche e a reintegrare gli sforzi fisici che si compiono”.

Saltare i pasti è un falso mito da sfatare. Spiega Luca Piretta, nutrizionista e gastroenterologo, specialista in Scienza della Nutrizione Umana all’Università La Sapienza di Roma: “La distribuzione dei pasti è molto importante. Rimanere molte ore senza mangiare o addirittura fare i digiuni può essere molto nocivo per chi segue una dieta dimagrante. Infatti l’organismo potrebbe percepire questo messaggio come se si stesse vivendo un periodo di carestia e tenderebbe a difendersi abbassando i consumi riducendo il metabolismo come forma di adattamento. Infine mangiare poco e spesso aiuta a superare i momenti di fame . E’ anche molto importante mangiare lentamente per favorire lo stimolo del senso di sazietà.

IL DECALOGO PER RIMETTERSI IN FORMA

1 – Per i pasti seguite la regola del 5: colazione, pranzo, cena più 2 spuntini a metà mattina e metà pomeriggio

2 – Inserite in ogni pasto principale una buona porzione di verdura

3 – Negli spuntini scegliete frutta fresca e di stagione

4 – Bevete almeno 1,5- 2 litri di liquidi al giorno e per chi pratica una intensa attività fisica è consigliata un’acqua ricca di sali minerali

5 – Consumate almeno 2-3 volte a settimana, in uno dei pasti principali, piatti unici come zuppa di legumi e cereali accompagnati da un contorno di verdura

6 – Limitate il consumo di dolci preferibilmente a fine pasto o a colazione, meglio se al posto di altri alimenti e non in aggiunta ad essi

7 – Non fatevi prendere dalla voglia di strafare: basta partire da semplici gesti qualche piccolo esercizio al mattino appena svegli e la sera prima di andare a dormire

8 – Non perdetevi mai d’animo se l’occhio non coglie i risultati: l’umore influenza la forza di volontà

9 – Vivete il rapporto con il vostro corpo con il sorriso sulle labbra perché il primo passo è piacere a se stessi più che agli altri

10 – Siate ironici e prendetevi un po’ gioco di voi stessi: ammettere di avere un difetto paradossalmente rende più forti

NESSUN COMMENTO

Comments