Prostituzione, Santori (PdL): Sì legge nazionale, ma non abbassare guardia

"A P.zza Pino Pascali ancora troppi trans e prostituzione.Telecamere montate nel 2007 mai collegate e più volte segnalate" con un messaggio su Twitter Fabrizio Santori, presidente della Commissione Sicurezza di Roma Capitale, ha sollecitato il sindaco Alemanno ad andare avanti nei controlli congiunti e coordinati tra Polizia Locale, Polizia di Stato e Carabinieri per contrastare il fenomeno della prostituzione. "La partecipazione diretta del Sindaco alle operazioni delle forze di polizia dà speranza a tanti cittadini che vivono, con le loro famiglie, il degrado e l’insicurezza di una prostituzione sempre più invadente nei quartieri Marconi, Eur, Pisana, Ostia, Salario e Aurelio senza dimenticare la zona est della Capitale probabilmente la più martoriata. A via Perlasca il meretricio dei minorenni é sempre più visibile così come in Via Longoni i trans la fanno da padroni mentre a piazza Pino Pascali l’ampio slargo trasforma il quartiere Case Rosse in un supermercato del sesso, anche durante le ore diurne. Serve una legge nazionale che introduca il reato di prostituzione nel Codice penale dando strumenti più concreti alle forze di polizia ma anche azioni territoriali e mirate di limitazioni del traffico che, con l’aiuto delle telecamere, possano arginare il fenomeno" conclude Santori.

NESSUN COMMENTO

Comments