“Pronto programma comune con Renzi”, lapsus del Berlusca a Di Martedì

Il delfino del Cavaliere? "Un erede nel centrodestra non c'è ancora. Sbucano fuori da sotto il cavolo, come Renzi, che non lo conosceva nessuno"

Silvio Berlusconi, intervistato da Giovanni Floris a Di Martedì su La7, è convinto che, anche se vincerà il No, “Renzi continuerà a governare”. Poi aggiunge: “Il presidente del Consiglio si recherà dal Capo dello Stato per rimettere il mandato. Il Capo dello Stato, di cui ci fidiamo assolutamente, deciderà se ridargli il mandato o darlo a qualcun altro, ma, chiunque sia, si presenterà al Parlamento dove ci sarà la stessa maggioranza di prima. Quindi non cambierà assolutamente nulla”.

Il leader di Forza Italia è sicuro che sarà il No a vincere, “prevarrà in larga misura”, perchè questa riforma “è contraria alla democrazia”.

Il delfino del Cavaliere? “Un erede nel centrodestra non c’è ancora. Sbucano fuori da sotto il cavolo, come Renzi, che non lo conosceva nessuno”, sottolinea il Berlusca, che intervistato dal Tg1 aveva già spiegato di essere pronto a tornare in prima linea: “Dopo il referendum e dopo la sentenza di Strasburgo che credo mi ridarà la piena candidabilità, sarò a disposizione del Paese e dei tanti cittadini che hanno fiducia in me, nel ruolo che sarà più utile all’Italia”.

A scanso di equivoci, Berlusconi al Tg1 ha ribadito il proprio No al referendum: “Il mio è un no chiaro a una riforma inaccettabile”.

LAPSUS “Il programma che noi abbiamo gia’ guardato con Giorgia Meloni e Matteo Renzi”. Lapsus per Silvio Berlusconi che scambia Salvini con il premier nel corso della trasmissione Di Martedi’. Floris glielo fa notare e Berlusconi risponde: “Quando vedi Renzi tutti giorni in tv ti prende la testa, e quindi uno capita con il nipotino di dire ‘Renzi vieni qua’, Renzi non fare questo’. Io sono disperato perche’ sono andato a New York e tutti volevano fare un selfie con me e io dicevo ‘non sono Renzi, non sono Renzi’”.