Una panoramica dei principali fastidi legati ai capelli

Cuoio capelluto spesso soggetto ad una serie di patologie e di problemi che finiscono per colpire la pelle ed i capelli

Nella vita ci vuole testa, in tutti i sensi. Il cuoio capelluto è infatti una delle zone più delicate del nostro corpo, ed è spesso soggetto ad una serie di patologie e di problemi che finiscono per colpire la pelle ed i capelli e per influenzare il modo in cui ci poniamo con gli altri.

Basti pensare alla forfora, alla psoriasi e alla caduta del capello: tutti problemi che ci limitano nei rapporti con gli altri, e che ci fanno perdere autostima e fiducia in noi stessi.

Vediamo dunque una panoramica dei principali fastidi legati ai capelli.

Forfora: sintomi, cause e rimedi

La forfora è in assoluto uno dei problemi più fastidiosi e comuni che colpiscono il cuoio capelluto. Causa della forfora grassa possono essere ad esempio la cute secca, lo stress e l’ansia, le dermatiti, l’alimentazione scorretta e ovviamente la psoriasi, che provoca la crescita di placche che portano anche alla formazione della forfora. Ed è proprio la presenza di piccole placche e dei residui di pelle bianca nel cuoio capelluto che indicano la presenza di questo problema. Come curare la forfora? Gli shampoo specifici sono spesso la soluzione più indicata, soprattutto se a base di acido salicilico, di solfuro di selenio e di zinco piritione.

Caduta dei capelli: cause e rimedi

Pur essendo spesso un problema legato al cambio delle stagioni, la caduta del capello può diventare un momento davvero difficile da vivere: alle volte può essere infatti correlato ad un periodo di forte stress emotivo o a fattori ereditari, oppure ad una serie di disturbi alimentari dovuti a diete povere di zinco, di vitamine e di sali minerali. Per quanto concerne le cure, esistono alcune soluzioni molti efficaci per contrastare la caduta dei capelli, come quelle offerte dai noti prodotti Bioscalin, i cui shampoo e balsami specifici, oppure  gli integratori in fiale da applicare sul cuoio capelluto, contrastano la perdita dei capelli rinforzando alla base il capello e nutrendo il bulbo pilifero che lo ospita, dando anche maggiore lucentezza alla chioma.

Ipersensibilità del cuoio capelluto: come affrontarla?

Pur non essendo una condizione preoccupante, l’ipersensibilità del cuoio capelluto può diventare davvero difficile da tollerare: i bruciori e i rossori, anche se non legati alla comparsa di forfora o psoriasi, possono portare chi ne soffre a grattarsi in continuazione, provocando dunque lesioni e infezioni. Anche in questo caso esistono dei prodotti specifici che, uniti a qualche consiglio, possono aiutare a convivere con questo problema. In ogni caso, se ne soffrite, evitate sempre di asciugare i capelli con un’eccessiva frizione.

Come combattere i pidocchi nei bambini?

I pidocchi sono un problema molto frequente nei bambini, proprio perché tendono a giocare insieme e ad entrare facilmente in contatto con i bimbi che già ne soffrono. Come intervenire?

Lavate spesso i capi di vestiario e soprattutto le federe e le lenzuola, e provate anche con l’aceto di mele o l’olio di oliva, da combinare necessariamente con un prodotto specifico. Tuttavia, per avere la garanzia di debellare completamente il problema dovrete assicurarvi che non siano presenti delle uova sul cuoio capelluto: utilizzate un pettine fine per controllare i capelli e rimuovere le uova, concentrandovi sulla presenza di minuscole palline bianche.

Se vi interessa approfondire la materia date uno sguardo a questa pagina informativa.