Primarie PdL, Dell’Utri: sono una cavolata, non vanno fatte

20091204- CLJ -TORINO-MAFIA: DELL'UTRI; MAXIAULA TORINO PRONTA, AL VIA PROCESSO - Il senatore Marcello dell'Utri accusato di concorso in associazione mafiosa, oggi 4 dicembre 2009 al palazzo di giustizia di Torino, durante l'udienza del processo d'appello in cui deporra' il pentito Gaspare Spatuzza. ANSA/Tonino Di Marco / DBA

Marcello Dell’Utri, senatore del Popolo della Libertà, risponde alle domande dei giornalisti fuori dall’aula del processo Mediatrade, dove ha testimoniato. Ricandidarsi alle prossime elezioni? Non ha ancora deciso. “Ho sempre detto che sono in Parlamento per legittima difesa e finche’ mi devo difendere mi difendero’, anche se non ho ancora deciso se ricandidarmi". "Questo processo finira’ presto per la paura della prescrizione, che e’ a gennaio del 2013, anche se c’e’ chi dice che e’ gia’ prescritto".

Silvio Berlusconi? “Non è lontano dalla politica, come potrebbe esserlo? Comunque, io lo sto vedendo bene”, aggiunge Dell’Utri. E le primarie del PdL? “Una cavolata, non si devono fare”.

Ma è vero, come scrivono alcuni giornali, che la figlia maggiore di Silvio, Marina, potrebbe essere candidata come leader del PdL? Secca la risposta dell’esponente pidiellino: “Ma voi credete ancora ai giornali?”.

NESSUN COMMENTO

Comments