Pressione sanguigna, ecco i cibi consigliati per tenerla sotto controllo

Sono tanti i rimedi che si ripropongono di aiutare le persone con problemi di ipertensione nel mantenimento dei livelli di pressione normali. Ma la prevenzione passa anche e soprattutto dal cibo

Questi i consigli alimentari contro l’ipertensione diffusi dalla redazione di HTN, i nuovi servizi di telemedicina e prevenzione presenti nelle farmacie d’Italia.

Innanzitutto uno degli accorgimenti da tenere in considerazione in modo davvero semplice, facile ed anche divertente è l’inserimento nella nostra quotidianità, nei nostri regimi alimentari, di particolari cibi adatti proprio a tenere sotto controllo la pressione sanguigna per far sì che si agisca in modo assolutamente naturale, nutrendo il proprio organismo nel modo corretto e senza troppo stress.

Ecco quali sono i cibi adatti per tenere sotto controllo la pressione sanguigna:

Verdure a foglia verde

Il potassio aiuta i reni a liberarsi di più sodio attraverso l’urina. Questa attività a sua volta riduce la pressione sanguigna. Le verdure a foglia verde, che sono ad alto contenuto di potassio, includono:

• lattuga romana

• rucola

• cavolo

• cime di rapa

• cavolo verde

• spinaci

• bietole

Le verdure in scatola spesso hanno aggiunto sodio. Ma le verdure surgelate contengono tante sostanze nutritive come le verdure fresche e sono più facili da conservare. Puoi anche mescolare queste verdure con banane e latte di noci per un frullato verde salutare e dolce.

Avena

L’avena è uno dei cereali assolutamente da inserire nella propria alimentazione per molteplici motivi! E’, infatti, un alimento ricco di fibre, a basso contenuto di grassi e basso contenuto di sodio e perfetto per abbassare la pressione sanguigna.

Mangiare una bella tazza di avena, magari in formato porridge, a colazione è un ottimo modo per iniziare la giornata saziandosi ma restando leggeri e sani!

Banane

Mangiare cibi ricchi di potassio è sicuramente una scelta migliore che assumere integratori. Taglia una banana nei cereali o mangiala semplicemente così, al naturale e da sola, per un’aggiunta ricca di potassio. La banana è dunque non solo un’alleata della pressione sanguigna, ma anche un’idea per uno snack veloce ma sano e gustoso!

Pesce

Il pesce è una grande fonte di proteine magre. I pesci grassi come lo sgombro e il salmone sono ricchi di acidi grassi omega-3, che possono abbassare la pressione sanguigna, ridurre l’infiammazione e abbassare i trigliceridi.

Oltre a questi tipi di pesce, la trota contiene vitamina D. Gli alimenti contengono raramente vitamina D e questa vitamina simile agli ormoni ha proprietà che possono abbassare la pressione sanguigna. Un vantaggio di preparare il pesce è che è facile da aromatizzare e cucinare.

Per provarlo, mettere un filetto di salmone in carta pergamena e condire con erbe, limone e olio d’oliva. Cuocere il pesce in un forno preriscaldato a 180 gradi per 12-15 minuti.

Semi

I semi (ovviamente quelli non salati e quanto più naturali possibili) sono ricchi di potassio, magnesio e altri minerali noti per ridurre la pressione sanguigna. Goditi un quarto di tazza di semi di girasole, di zucca o di zucca come spuntino tra i pasti. Insomma, esistono soluzioni davvero per qualsiasi pasto e, tanti di questi alimenti sono anche davvero gustosi.

Ricordiamo che la preparazione dei cibi è fondamentale per far sì che il nostro organismo riesca davvero ad assimilare tutte le sostanze di cui abbiamo bisogno per regolarizzare la pressione sanguigna e stare bene più a lungo. Si, dunque, ad una dieta povera di sodio, fatta di una cucina leggera, non incentrata sulle fritture ma sulla cottura a vapore. Quando possibile è meglio mangiare verdure e frutta a crudo, per non perdere nessun principio nutritivo come le vitamine, sali minerali, ecc.