Premi David di Donatello 2011: sfida a tre per Giordana, Moretti e Sorrentino

Alla fine ad incassare piu’ di tutti con 16 candidature e’ stato il film piu’ politico di tutti, quel ‘Romanzo di una strage’ di Marco Tullio Giordana che mette in campo una pagina oscura della storia italiana come la strage di piazza Fontana. A sfidare Giordana (che ha commentato ‘sono uno sportivo e amo le sfide’) soprattutto due film: ‘Habemus Papam’ di Nanni Moretti con 15 candidature e ‘This Must be the Place’ di Paolo Sorrentino con 14.

Per questi tre film, ovviamente, le candidature principali (miglior film e regia) che vanno anche anche all’Orso d’oro di Berlino ‘Cesare deve morire’ dei fratelli Taviani (8 candidature) e a ‘Terraferma’ di Emanuele Crialese (gia’ indicato come nostro rappresentante agli Oscar e Premio della Giuria al Festival di Venezia, che conquista solo tre nomination).

Queste, in sintesi, le principali candidature ai Premi David di Donatello 2011 votate da poco meno di 1200 dei 1751 componenti la Giuria dell’Accademia presieduta da Gian Luigi Rondi. Ma le sorprese di questa 56/a edizione non finiscono qui.

Otto nomination vanno anche a ‘Magnifica presenza’ di Ferzan Ozpetek e c’e’ una pioggia di candidature nella sezione miglior regista esordiente. Intanto Stefano Sollima incassa sei nomination per ACAB (All Cops Are Bastards), mentre, sempre tra gli esordienti, il film generazionale, e non solo, ‘Scialla’ di Francesco Bruni si colloca a quota cinque. Stesso risultato per La kryptonite nella borsa di Ivan Cotroneo. Va bene poi anche al bel film low-cost di Alice Rohrwacher ‘Corpo celeste’ che ottiene due nomination.

A restare ancora una volta deluso dai David sara’ molto probabilmente Carlo Verdone che, con ‘Posti in piedi in Paradiso’, forse aspirava a un legittimo riconoscimento personale (come, ad esempio, miglior regia). Ma il regista attore romano non va a casa a bocca asciutta. Ottiene infatti due candidature non da poco: quella per la miglior attrice protagonista andata a Micaela Ramazzotti e quella per il miglior attore protagonista al bravissimo Marco Giallini. E ancora una candidatura per la miglior canzone originale a Therese di Gaetano Curreri e Andrea Fornilli, interpretata da Angelica Ponti.

E’ delusione anche per Pupi Avati che con ‘Il cuore grande delle ragazze’ non prende nulla. Forse proprio a lui era dedicata l’espressione di Gian Luigi Rondi in conferenza stampa: ‘Mi dispiace per qualche esclusione’.

Liliana Cavani ricevera’ il David di Donatello alla carriera durante la serata di premiazione, il 4 maggio, in una cerimonia condotta da Tullio Solenghi, che sara’ trasmessa in diretta su Rai Movie alle 17.30 e in differita su Rai1 e Rai International alle 23,30. Omaggio anche a Francesca Lo Schiavo, dopo l’Oscar vinto insieme a Dante Ferretti per Hugo Cabret. Solenghi ha anticipato anche che ci sara’ un ricordo del poeta e sceneggiatore Tonino Guerra, scomparso di recente.

NESSUN COMMENTO

Comments