Precipita dal tetto e muore, voleva entrare in casa dell’ex moglie

Voleva entrare nella casa della sua ex moglie calandosi con una corda dal tetto di uno stabile alto sette piani a Livorno, e’ morto precipitando al suolo. L’uomo, 76 anni, con se’ aveva anche uno zaino con un’accetta e una tanica da 10 litri di benzina. Quell’appartamento in via Roma, nel centro di Livorno, era di sua proprieta’ ma nella causa di separazione la casa era andata alla sua ex consorte, una donna polacca di quasi 30 anni piu’ giovane. E i rapporti tra i due erano diventati tali che nei confronti dell’anziano era stato disposto anche il divieto di avvicinarsi alla donna che un tempo era stata sua moglie, dopo una denuncia per stalking.

Tutto e’ accaduto stamani presto. Il 76enne, artigiano in pensione, e’ stato visto salire con lo zaino in spalla le scale condominiali del palazzo. Ha poi raggiunto il tetto da cui, tipo rocciatore, con moschettoni e corda fissata a un camino ha tentato di calarsi fino alla veranda dell’appartamento, situato al sesto piano, dove in quel momento non c’era nessuno: l’ex moglie era uscita per andare a lavorare. Il tentativo di calarsi, lungo la parete sul retro dello stabile, non e’ pero’ riuscito e l’anziano e’ precipitato cadendo nel giardino di un’abitazione del condominio vicino. Con se’ aveva appunto un’accetta, che probabilmente voleva utilizzare per sfondare la finestra della veranda, e dentro lo zaino, una tanica con 10 litri di benzina.

"Abbiamo sentito un tonfo sordo – raccontano spaventati alcuni condomini del palazzo – poi un forte trambusto, ma pensavamo che stessero facendo dei lavori. Poi siamo usciti e abbiamo capito cos’era successo. La signora e’ carinissima e l’ex marito non lo abbiamo mai visto".

Secondo quanto appreso, il 76enne avrebbe maturato una forte avversione per l’ex moglie proprio perche’ era riuscita a tenere lei la casa. Ne sarebbe scaturita una vicenda di stalking, culminata nel febbraio del 2014 con l’arresto dell’uomo dopo che aveva tentato di dar fuoco all’auto della donna, che lo aveva denunciato. Per questo poi l’anziano era stato colpito da un provvedimento del giudice affinche’ si tenesse lontano dalla ex.

Sul posto, oltre alla polizia e alla scientifica, sono intervenuti anche i vigili del fuoco con una squadra e un’ambulanza dell’Svs, con medico a bordo che non ha potuto fare altro, pero’, che constatare il decesso del settantaseienne.

NESSUN COMMENTO

Comments