Politiche sociali: salute e qualità vita degli anziani in Sicilia

PALERMO – Sta per essere ultimato, e sara’ presentato a Palermo l’11 aprile, il rapporto "Passi d’argento Sicilia".
E’ un sistema sperimentale di sorveglianza sulle persone anziane, avviato dal ministero della Salute in collaborazione con la Regione Umbria e il Centro nazionale di epidemiologia, sorveglianza e promozione della salute (Cnesps) dell’Istituto superiore di sanita’, cui ha aderito anche la Regione siciliana, attraverso la collaborazione tra assessorato della Famiglia e Politiche sociali e assessorato della Salute.
L’Organizzazione mondiale della sanita’ (Oms), di recente ha tracciato una strategia di promozione della salute e valorizzazione della persona ultra sessantaquattrenne, indicata con il nome di "Active ageing", che intende favorire una diversa concezione dell’invecchiamento, a partire da un nuovo ruolo delle persone con piu’ di 64 anni all’interno della societa’.
A supporto di questa strategia, l’Oms raccomanda la messa in atto di un’attivita’ di sorveglianza della popolazione e di monitoraggio degli interventi.
"Passi d’argento" sperimenta, quindi, per la prima volta, un sistema di monitoraggio della qualita’ della vita nella popolazione sessantaquattrenne funzionale alla programmazione e valutazione degli interventi messi in atto dalla societa’ civile e dai servizi del settore sociale e sanitario. Per l’assessore alle Politiche sociali, Andrea Piraino, "il rapporto "passi d’argento" permettera’ di comprendere meglio le dinamiche e il nuovo "ruolo" degli anziani nella societa’, e approntare un nuovo approccio sulla terza età. Nel corso del seminario, che si terra’ a villa Malfitano, saranno discussi i dati regionali rilevati dalla rete collaborativa tra Asp e Comuni dei distretti sociosanitari e saranno presentati alcuni strumenti potenzialmente utili per la programmazione socio-sanitaria territoriale tra cui i risultati della prima indagine regionale, che ha visto il coinvolgimento degli operatori delle Aziende Sanitarie e dei servizi sociali dei comuni.
Luisa Casalett i( notiziarioitaliano.it)

NESSUN COMMENTO

Comments