Pisanu (PdL): Terzo Polo verso strada giusta, governo di unità nazionale

Al convegno del Terzo Polo anche il senatore del PdL, Beppe Pisanu, tra i fondatori di Forza Italia e gia’ ministro dell’Interno nei governi Berlusconi II e III. Per Pisanu "un governo di unita’ nazionale e’ una scelta quasi obbligata e doverosa verso gli italiani". "Nessuno puo’ attribuire a Berlusconi l’esclusiva responsabilita’ della crisi – dice -, ma la soluzione e’ nelle mani del presidende del Consiglio: piu’ si arrocca e piu’ cresceranno le sue responsabiita".

Pisanu ha il mal di pancia, come alcuni pidiellini? "Al massimo ho il mal di cuore", afferma. "Non siamo traditori, semmai ci sentiamo traditi. Continuo a confidare nell’intelligenza di Berlusconi e nella coerenza di tanti colleghi del Pdl che davanti a tutto mettono l’interesse dell’Italia".

Quella del Terzo Polo "è la strada de seguire", secondo il senatore PdL, che però durante il suo intervento dal palco della kermesse organizzata all’Eur sollecita Pier Ferdinando Casini, Gianfranco Fini e Francesco Rutelli ad allargare il campo, "aprendo la sua offerta politica anche ad altri, fare strada non solo agli scontenti del Pd e del Pdl, che peraltro sono numerosi, ma ampliarla alle forze del mutamento". E a proposito dell’elettorato cattolico, "i cattolici sono stanchi del centrodestra e del centrosinistra e del bipolarismo selvaggio".

NESSUN COMMENTO

Comments