Pensionati italiani nel mondo, Garavini (Pd): Semplificare subito la verifica dell’esistenza in vita

“La campagna di certificazione d’esistenza in vita dei pensionati all’estero continua a creare gravi disagi ai connazionali nel mondo. L’INPS ha affidato la verifica a un nuovo istituto, Citibank, che ha attivato procedure e modulistiche insostenibili”. Lo dice Laura Garavini, depositando un’interpellanza urgente al Ministro del Lavoro e delle Politiche sociali.

“A novembre avevo già denunciato i disagi in cui versano gli oltre 400’000 pensionati che risiedono fuori dai confini nazionali. Nel frattempo la situazione è addirittura peggiorata”, ha aggiunto la deputata PD. “Nell’ultima assemblea plenaria, il CGIE ha opportunamente chiesto la proroga di un mese del termine di consegna delle certificazione. Tuttavia, in un quadro di confusione generale, alcuni anziani cominciano a denunciare la mancata riscossione dei ratei”.

“Chiediamo una radicale e immediata semplificazione della procedura di certificazione d’esistenza in vita”, ha concluso Laura Garavini. “Le campagne per evitare le truffe sono necessarie, ma non possono tradursi in un pasticcio burocratico che priva gli anziani di un reddito che serve loro per vivere”.

NESSUN COMMENTO

Comments