PdL, partito autofinanziato? Ottimo Alfano – di Antonio Gabriele Fucilone

Va salutata con molto piacere l’iniziativa del segretario del Popolo della Libertà, onorevole Angelino Alfano, di creare un partito autofinanziato. In questi tempi di antipolitica, serve un cambiamento, qualcosa che ridia slancio alla politica e alla democrazia. Un partito finanziato con il contributo di chi liberamente ha scelto di parteciparvi è quello che ci vuole.

In primo luogo, chi dice che il finanziamento pubblico ai partiti sia un modo per mantenere la democrazia ed evitare il clientelismo non fa un’affermazione corretta. Infatti, il clientelismo c’è anche oggi ed i partiti sono finanziati con il meccanismo dei rimborsi elettorali quant’altro. Inoltre, la democrazia sarà comunque salvaguardata poiché si instaura (finalmente) il legame tra cittadino e partito. In pratica, proprio perché sarà finanziato dai propri elettori (che volontariamente ci metteranno i soldi), il partito dovrà rendere conto a questi ultimi e se non dovesse fare bene non perderebbe solo i voti ma anche dei soldi. Quindi, il meccanismo democratico verrà rafforzato.

Personalmente, io che sono del Popolo della Libertà, non trovo giusto che i miei soldi vadano (attraverso i meccanismi di finanziamento pubblico) anche a partiti che non sostengo (né voto), come il Partito Democratico, l’Unione di Centro o Futuro e Libertà per l’Italia. Lo stesso discorso, ovviamente, potrebbe farlo un elettore del Partito Democratico, che vorrebbe che i suoi soldi andassero al Partito Democratico, o gli elettori dell’Unione di Centro o di Futuro e Libertà per l’Italia, che vorrebbero i loro soldi andassero ai loro rispettivi partiti. Sarebbe un atto giusto nei confronti degli elettori. Inoltre, questo nuovo partito proposto dall’onorevole Alfano potrà radicarsi sul territorio.

Per questo, l’iniziativa va salutata nel migliore dei modi e, finalmente, metterà a tacere l’antipolitica dei vari movimenti civici (o presunti tali) che hanno fatto del populismo (spesso becero) la loro idea propulsiva, ma che di concreto non propongono nulla di serio.

NESSUN COMMENTO

Comments