PdL, La lettera dei Cristiano popolari ad Alfano: E ora i congressi

Old Pen (Still Life, 26.01.2006)

"Caro Segretario, democrazia e tesseramento,  sono due facce di una medaglia chiamata Pdl. Infatti, se da un lato non si può prescindere dal parlare del coinvolgimento di un numero straordinariamente alto di uomini e donne che, hanno deciso di partecipare, attraverso l’iscrizione al popolo della libertà alla realtà della vita politica del paese; d’altro canto non si può non parlare del valore che, questo elemento di libera partecipazione ha in un frangente in cui soffia il vento di una malcelata antipolitica.

Siamo sicuri, che una figura nuova, giovane e capace di parlare al popolo moderato del paese, come Angelino Alfano e il carisma del Presidente Berlusconi siano stati uno dei tratti fondamentali del successo indiscusso che porterà il Pdl alla celebrazione dei congressi provinciali e comunali.

Tutto, attraverso la più trasparente, chiara e democratica adesione. Crediamo che, essendo ora inattaccabili sul versante del percorso di democrazia interna, proveranno ad attaccare il nostro partito strumentalizzandone il numero di cittadini che, volontariamente hanno aderito al popolo della libertà.

Perciò, crediamo sia utile, per dimostrare senza ombra di dubbio, il principio di trasparenza che ha sottolineato questa intensa e partecipativa campagna di tesseramento, pubblicare sul nostro sito internet, tutti gli elenchi delle persone che, si sono iscritte con convinzione al nostro movimento politico.

Si tratta, di un atto che assume un valore alto e sincero, soprattutto in quelle regioni del centro-sud, dove bisogna dimostrare come la moglie di Cesare sia al di sopra di ogni sospetto, e quanto  questo partito nuovo, voglia partire con la più adamantina e convinta idea di poter aggregare.

Ci troviamo partecipi, di una stagione densa di novità e piena di insidie della politica nazionale, noi, vogliamo costruirla con il coraggio delle idee, con la forza dei valori e con muovi credibili militanti. Tutto questo, deve arrivare attraverso una libera e democratica votazione nei congressi". 

Mario Baccini, Giuseppe Galati, Gerardo Soglia

NESSUN COMMENTO

Comments