PdL, Berlusconi ancora candidato premier? – di Marco Zacchera

20080929 - LESA (NOVARA) - POL - ECONOMIA: BERLUSCONI, BISOGNO DI FORTUNA MA ITALIA E' SOLIDA. Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi durante l'incontro con i giornalisti prima di cominciare i festeggiamenti per il suo 72° compleanno. ANSA / MATTEO BAZZI/DC

“E’ quello che comunque ci farebbe prendere più voti” sostiene qualche esponente del PDL, tra i pochi che in privato confermano di vedere positivamente l’ennesima potenziale discesa in campo del Cavaliere. Può darsi che Berlusconi recuperi dei voti (anche se personalmente non lo credo), ma – mi chiedo – fosse anche vero questo fatto, non sarebbe molto più logico che comunque il PDL si preoccupasse di determinare prima delle elezioni (e al più presto!)  una piattaforma programmatica seria, documentata, capace di indicare qualcosa di nuovo e dirompente a milioni di italiani in difficoltà e che si pongono in aperta rottura con il mondo politico (tutto intero)? Riproporre Berlusconi vuol dire rinunciare alla credibilità di un cambiamento che è quanto oggi la gente cerca. Un aspetto che credo tutti i sondaggi non possano che confermare. Ma investire sul futuro non dovrebbe significare dare voce, forza, visibilità a uomini e donne più giovani e di alternanza? Bisogna avere la voglia e il coraggio di farlo, perchè le elezioni si possono perdere, ma occorre comunque guardare oltre e costruire il futuro della Nazione.

*già deputato PdL, sindaco di Verbania

NESSUN COMMENTO

Comments