PdL, Alfano fra manovra e riorganizzazione del partito

Altro che idee nuove. Quelle dei frondisti del PdL, ha detto ieri con chiarezza Angelino Alfano, sono tutte soluzioni a cui si era già pensato e che alla fine, nella stesura della prima manovra, erano state scartate perchè non convincenti. "Tutte le proposte giunte in questi ultimi giorni non sono nuove, erano già state vagliate prima di varare il decreto, nulla è nuovo. Si era deciso di non inserirle nel primo testo". La situazione è assai difficile e non è il momento di fare i capricci: un messaggio chiaro quello del segretario del PdL a tutti i malpancisti all’interno del partito.

Ieri Alfano si è presentato in Senato dopo una giornata piena di incontri: ha incontrato tutti i big del partito ma anche i "pesi leggeri" che gli avevano chiesto un po’ del suo tempo. L’ex Guardasigilli chiarisce che si può discutere su tutto, per ciò che riguarda la manovra, ma a saldi invariati. E a Bossi propone: aboliamo tutte le province, senza alcuna distinzione. E’ vero, Giulio Tremonti si è mosso "tra paletti molto stretti", proprio per questo non bisogna buttare all’aria il lavoro fatto: certo il provvedimento varato dall’esecutivo "non è il Vangelo" e tutto si può migliorare. A patto, però, di non stravolgere i conti.

Nel frattempo il segretario del Popolo della Libertà ha incontrato ieri anche Roberto Formigoni, al Meeting ciellino di Rimini. Durante un pranzo a base di pesce durato quasi quattro ore, si è parlato di organizzazione del partito, tesseramento e primarie. Torna l’ipotesi tesseramento quindi, e il ritornello che il popolo del centrodestra aveva già sentito tempo fa: "è l’ora del voto degli iscritti, della democrazia interna al partito, della meritocrazia". Le stesse parole di sempre. Vedremo.

Si parla di una tessera che costi a chi si vuole iscrivere al PdL dieci euro: nè troppo nè poco, considerano dal partito.  Alle prossime primarie, se tutto fila liscio, dovrebbero poter votare iscritti vecchi e nuovi. La nuova campagna di tesseramento dovrebbe iniziare già verso metà settembre e dovrebbe durare un paio di mesi almeno.

NESSUN COMMENTO

Comments