PdL, Alfano alla Camera: esperienza Monti conclusa, noi siamo in campo (VIDEO)

Angelino Alfano interviene in Aula a Montecitorio durante le dichiarazioni di voto sul dl costi della politica degli enti locali. Attacca Pierluigi Bersani – “non vi lasceremo scrivere la storia, noi ci siamo e siamo ancora in campo” – e spiega di ritenere “conclusa l’esperienza Monti”.

In particolare, il segretario del PdL a Bersani replica: “Apprendiamo che la notizia di oggi e’ che e’ morta la speranza di Bersani per un centrodestra migliore e piu’ forte, noi non ci eravamo mai accorti che avesse questa speranza. Quando il segretario del Pd dice che la nostra campagna elettorale sara’ fatta con slogan, ‘no tasse’, ‘no Europa’, ‘no comunisti’, l’unica cosa che azzecca e’ ‘no comunisti’. Lo diremo non perche’ crediamo mangino i bambini ma perche’ non firmano l’accordo della produttivita’ e immaginano un quadro di regole contro lavoro e imprese”. Voi della sinistra, continua Alfano, non siete estranei alla politica, dunque “non accettiamo che voi facciate i marziani, non vi consentiremo di sottrarvi alle vostre responsabilita’ perche’ avete governato per otto anni. Glielo dico con una certa fermezza e solennita’: noi non faremo riscrivere da voi la nostra storia, non lo consentiremo anche perche’ quando scrivete la storia amate usare il bianchetto per le cose che non vi convengono e l’evidenziatore per quelle che vi convengono. Noi ci siamo, restiamo in campo e combatteremo un’altra partita per vincere in questo Paese e dare ai moderati italiani una prospettiva alternativa alla vostra’.
 

L’esecutivo di professori e banchieri? Roba vecchia, o almeno così viene vista dal segretario pidiellino. Un’esperienza, quella dell’attuale esecutivo, che il PdL ritiene “conclusa”. E a Monti “vogliamo dire che nulla del nostro giudizio ha a che fare con la dignità e la lealtà della sua persona". Ma la realtà parla chiaro: "Le cose vanno peggio perché il debito pubblico è peggiorato, perché Pil e produzione sono diminuiti, inflazione e disoccupazione sono aumentate, perché sono stati compiuti alcuni errori. E crediamo che gli errori principali li ha fatti compiere il Pd, e mi riferisco alla riforma del lavoro, perché nel momento dell’accordo si è piegato alla Cgil, allo sbagliatissimo voto all’Onu sulla Palestina che ha riorientato la politica estera, al mancato intervento sulle intercettazioni e sulle responsabilità civile dei magistrati". “Ieri non abbiamo votato la sfiducia al governo perche’ avremmo causato l’abisso dell’esercizio provvisorio. Vogliamo concludere ordinatamente questa legislatura, senza strappi e senza mandare le istituzioni e il Paese allo scatafascio”, ha sottolineato Alfano, che poi rivolgendosi ancora a Bersani – e questa volta anche a Casini, leader Udc – precisa: "Voglio dire a Bersani e Casini che hanno abusato della parola irresponsabilità, che questa parola non fa rima con cecità. Per responsabilità non abbiamo fatto cadere un governo che abbiamo appoggiato, una scelta che abbiamo pagato con un conto salato verso i nostri elettori. Siamo per l’Europa, ma questo non significa dire sempre di sì alla Germania. Siamo per le tasse, ma contro le violenze nell’esazione, crediamo siano troppo alte e che vadano diminuite al pari del debito pubblico e della spesa pubblica. Questo è quello che vogliamo e abbiamo sempre voluto. Conosciamo il peso del governare, e voi avete governato per otto anni e governate città e regioni”, proprio per questo, insiste, “non permetteremo che voi riscriviate la nostra storia".

FISCO, NO VIOLENZA RISCOSSIONE: RIVEDERE POTERI EQUITALIA "Le tasse vanno pagate, ma siamo contro la violenza nella esazione e per rivedere i poteri di Equitalia. Le tasse vanno pagate, ma pensiamo siano troppo alte e vadano diminuite insieme alla spesa e al debito pubblico".

CENTRODESTRA MAGGIORANZA NEL PAESE, CON PD GOVERNO CGIL "Siamo una forza politica che pensiamo rimanga e rimarra’ maggioranza in questo paese". Il governo del centrosinistra, aggiunge, "sarebbe a trazione economica della Cgil".
 
Governo usi ultime settimane per rispettare impegni giustizia "Vorremmo che il Governo usi le sue ultime settimane per rispettare un impegno assunto anche con noi: noi vorremmo che gli impegni in materia di giustizia fossero mantenuti".

NESSUN COMMENTO

Comments