Pd, Bersani: Ci proponiamo per governare, non rifaremo Unione

"Il Centrosinistra e’ alla prova della sua credibilita’". Il segretario del Pd, Pierluigi Bersani, parla agli alleati e agli elettori e afferma: "Nessuno si stupisca che il Partito Democratico dica con forza: non rifaremo l’Unione. Il Partito Democratico e’ nato dopo, e per correggere quell’esperienza (che pure, adesso si puo’ dirlo, lascio’ alla destra 5 punti di avanzo primario, 70 miliardi all’anno che sono stati buttati via) ma non rifaremo quel percorso! Sono contento di poter annunciare qui, a San Giovanni, che abbiamo fatto passi avanti nella costruzione di un centrosinistra di governo; sia nel lavoro programmatico, sui punti piu’ delicati; sia per l’allestimento di un meccanismo del tutto nuovo che garantisca la stabilita’ della maggioranza parlamentare; sia per i percorsi di partecipazione popolare, per l’indicazione della leadership del centrosinistra e sia, infine, per una proposta politica comune aperta alle forze moderate".

‘Noi non cerchiamo ribaltoni o soluzioni di piccolo cabotaggio parlamentare’. ‘Se c’e’ discontinuita’, se c’e’ cambiamento, se c’e’ una credibilita’ internazionale e interna da parte di un nuovo Governo, noi siamo pronti assieme a tutte le opposizioni a prenderci le nostre responsabilita’, a dare un contributo di equita’ e di efficacia a misure che a questo punto debbono essere vere e proprie misure di salvezza nazionale. Ma tutto questo, se si determinasse, – sottolinea Bersani – sarebbe un passaggio di transizione, l’avvicinamento ad un ciclo piu’ radicale e impegnativo di cambiamento che potra’ avvenire solo con il concorso attivo e l’assunzione di responsabilita’ e condivisione dei cittadini elettori. Sia chiaro comunque che anche un eventuale governo di transizione non potrebbe che muoversi nel senso di un nuovo patto sociale, capace di tenere unito questo paese, dopo le drammatiche divisioni di questi anni’.

NESSUN COMMENTO

Comments