Pd, Bersani all’Ansaldo per sostenere Doria: ‘Tensioni sociali non vanno confuse con terrorismo’

All’Ansaldo, per stringere le mani agli operai, per solidarieta’ dopo il ferimento dell’Ad Roberto Adinolfi, ma anche per ribadire che Finmeccanica ‘deve essere salvaguardata’. E’ un momento della mattinata genovese del segretario del Pd Pier Luigi Bersani, arrivato nella citta’ della Lanterna per sostenere al ballottaggio per le amministrative Marco Doria. Bersani parla di terrorismo, ‘sono in corso i primi passi di una nuova strategia terroristica, il Paese ha gia’ troppi guai, non puo’ permettersi un periodo di terrore’; e di fisco, esprimendo prima solidarieta’ ai dipendenti di Equitalia, poi allargando il ragionamento: ‘Per carita’ la riscossione delle tasse puo’ sempre essere migliorata, detto questo si stanno caricando su Equitalia delle colpe su cui Equitalia non c’entra nulla, si pagano troppe tasse in Italia perche’ c’e’ troppa poca gente che le paga’. E poi sottolinea: ‘Chi paga le tasse ha diritto ad avere l’ambulanza quando ne ha bisogno, chi non le paga non sono cosi’ sicuro che ne abbia diritto’.

Guai, tensioni, problemi sociali, parole che secondo il segretario Pd ‘non vanno confuse con il terrorismo’. Bersani esclude che gli assalti ad Equitalia e il ferimento di Roberto Adinolfi, siano da inserire in un’unica strategia dettata dal disagio: ‘Il disagio e’ dappertutto, viviamo la piu’ grave crisi dal dopoguerra a oggi, ma nessuna giustificazione puo’ essere data al terrorismo’.

Le paure per la crisi nelle famiglie di Sestri Ponente, legate al destino di Fincantieri, le paure degli operai Ansaldo per il terrorismo, per Bersani e’ stato un tuffo nelle difficolta’ di una citta’ che prova a riconquistare un ruolo da protagonista nel Paese. Ed e’ stato proprio incarnando questo spirito che il segretario Pd si e’ rivolto ai vertici di Ansaldo, ricordando il ruolo che puo’ avere Finmeccanica. Poi, ancora ai lavoratori, ricorda il Principe di Machiavelli per tenere lontano il terrorismo. ‘Attenti al Principe’, e’ il messaggio: ‘Il terrorismo e’ sempre stato un moderno ‘Principe’, che cerca di farsi potenza, che cerca ogni occasione per infilarsi e trovare acquiescenza nell’opinione pubblica. Non possiamo permetterci una nuova strategia terroristica e nessuna giustificazione puo’ essere data ad atti assurdi e criminali’.

NESSUN COMMENTO

Comments