Papa Francesco a Palermo, “giornata stancante ma bella”. E ai giovani, “sognate in grande”

“Meglio cavalcare i sogni belli con qualche figuraccia, che diventare pensionati del quieto vivere: meglio buoni idealisti che pigri realisti”

Papa Francesco è arrivato intorno alle 17.30 a piazza Politeama, ultima tappa della sua visita pastorale a Palermo, iniziata stamani con la messa al Foro italico. Tutte le strade intorno sono stracolme di fedeli. Ad accogliere Bergoglio giovani da tutte le Diocesi della Sicilia, una folla festante ha salutato il Pontefice lungo il percorso che dalla cattedrale lo ha portato in piazza Politeama.

“Una giornata stancante ma bella”: così il Santo Padre ai giovani in piazza. Francesco invita i ragazzi a sognare grandi cose: “Sognate in grande, perché nei grandi sogni troverete tante parole del Signore che vi sta dicendo qualcosa. E metteteci la faccia, ogni giorno”. “Meglio cavalcare i sogni belli con qualche figuraccia – spiega il Pontefice – che diventare pensionati del quieto vivere: meglio buoni idealisti che pigri realisti: meglio essere Don Chisciotte che Sancho Panza!”.