Pagava per sesso con minori, arrestato 57enne a Gallipoli

Li pagava 10 o 20 euro per poterli toccare. Il tutto sarebbe venuto alla luce dopo le rivelazioni fatte ai genitori da uno dei bambini coinvolti

In esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip di Lecce, i carabinieri di Gallipoli hanno arrestato un pescatore del posto di 57 anni, con precedenti penali. E’ accusato di atti sessuali con minorenni, due ragazzini di 12 e 13 anni, con l’aggravante della continuazione.

Il tutto sarebbe venuto alla luce dopo le rivelazioni fatte ai genitori da uno dei bambini coinvolti.

Secondo quanto accertato dai carabinieri, l’uomo adescava i minorenni da lui conosciuti offrendo loro del denaro, con cifre comprese tra i 10 ed i 20 euro, al fine di palpare loro le parti intime.

Almeno due i casi ricostruiti e accertati dai carabinieri e che sarebbero avvenuti nel periodo compreso da luglio a settembre scorsi.