Nozze gay, lesbica si candida a sindaco di New York: è la favorita

Non e’ escluso che il prossimo sindaco di New York possa essere una donna, lesbica, e in procinto di contrarre ormai legalissime nozze nella Grande Mela. Christine Quinn, portavoce del Consiglio municipale della citta’ statunitense e gay dichiarata da sempre, ha infatti oggi reso pubblica la sua condidatura nonchè la data delle sue nozze, il 19 maggio, alle quali ha invitato, visto le recenti ‘aperture’ del capo della Casa Bianca, Barack Obama.  

Il presidente Usa ora sara’ nell’imbarazzo della scelta tra una partecipazione molto ‘politically correct’ al matrimonio della candidata democratica, oppure incontrare il nuovo presidente francese Francois Hollande a margine del G8 che si svolgera’ a Camp David, nel Maryland, appuntamento che chiaramente Obama non potra’ mancare.

Ma la questione e’ probabilmente indifferente alla Quinn che, americano-irlandese di 45 anni, aveva gia’ i 32% delle intenzioni di voto prima di candidarsi ed e’ quindi prontissma a sfidare il successore repubblicano di Michel Bloomberg, il commissario di polizia Ray Kelly. Un ultimo sondaggio della Quinnipiac University la da’ addirittura al 48% contro il 33% d Kelly. Il 19 maggio la donna, a quanto pare potentissima dal punto di vista politico, sposera’ quindi la sua compagna di sempre, Kim Catullo. Nello stato di New York la legge sui matrimoni gay era passata lo scorso anno ma ora, con l’apertura di Obama, la sua candidatura diventa ancora piu’ forte.

NESSUN COMMENTO

Comments