Non solo saldi, shopping online e codici sconto per risparmiare sulla moda

Dopo inizio anno, questo è indubbiamente il periodo migliore per dedicarsi allo shopping di abbigliamento. I saldi sono alle porte e finalmente potrete dare libero sfogo ai vostri desideri. Nei negozi fisici la data di inizio è stata fissata al 2 luglio 2016 e la stessa cosa vale anche online, o almeno dovrebbe.

In realtà sul web i saldi hanno già fatto la loro comparsa e soprattutto negli store di moda non è difficile trovare sconti fino al 70%. L’unico problema è che per evitare di incorrere in salate sanzioni sono spesso mascherati da super promozioni o simili. Ecco perché scovarli potrebbe essere difficoltoso e può essere utile rivolgersi a portali del settore, come ad esempio www.piucodicisconto.com. Sul sito potrete trovare saldi in anteprima, maxi sconti, pre-sales e non solo.

Infatti, un altro modo in cui potrete approfittare di saldi “celati”, è tramite i codici sconto: solitamente questo tipo di sconti non si spingono oltre il 30%, ma in questo periodo arrivano ad assicurare un risparmio del 50%, un vero e proprio campanello d’allarme che vi permetterà di individuare i capi in saldo. Se non avete mai avuto modo di utilizzarli, i coupon sono serie di cifre e numeri che se inseriti a carrello garantiscono riduzioni sul totale dell’ordine. Anche in questo caso potrete trovarli nelle diverse pagine di Piucodicisconto cliccando su “vedi coupon”.

Ma i saldi anticipati sono solo l’ultimo dei motivi per il quale lo shopping online sta letteralmente prendendo il sopravvento sugli acquisti come li conoscevamo. Girare per negozi sta diventando sempre di più un’attività anacronistica, dato il poco tempo disponibile e la possibilità di fare la stessa cosa semplicemente dallo smartphone. Una recente ricerca ripresa da Twice ha dimostrato che nella fascia d’età tra i 16 e i 35 anni gli ordini online hanno superato gli acquisti nei negozi, anche nei settori che registravano le maggiori reticenze.

È il caso per l’appunto dell’abbigliamento, dove la necessità di provare o di semplicemente sentire al tatto un abito, faceva desistere la maggior parte degli utenti web. In realtà, come spiegato nell’articolo apparso su Tgcom24, la presenza di guide alle taglie e precise descrizioni del materiale di cui sono fatti i vestiti, ha convinto il 43% degli italiani a rivolgersi agli store online di brand o a quelli multimarca per acquistare abiti, scarpe o accessori. Senza dimenticare che ormai il web è il primo posto dove prendere ispirazione per look e outfit: i negozi stessi, le fashion blogger e i social media in particolar modo.

NESSUN COMMENTO

Comments