Nomadi, Santori (PdL): cresce esasperazione, Alemanno ascolti Commissione Sicurezza

“Cittadini ed associazioni giunti ad occupare simbolicamente insediamenti abusivi rom devono far riflettere e far comprendere una volta per tutte che la via giusta per il recupero del decoro e della legalità è nel completamento del Piano nomadi e nella rigorosa applicazione della normativa in materia di permanenza dei cittadini comunitari, garantendo così le espulsioni”. Lo dichiara in una nota il presidente della Commissione Sicurezza di Roma Capitale e candidato sindaco alle primarie di centrodestra Fabrizio Santori, commentando la manifestazione organizzata da “Baracca Italia” nel campo di via Morselli, in XV Municipio, dove nell’ agosto del 2010 un bimbo di 3 anni perse la vita in seguito ad un incendio.

“Ancora troppi gli insediamenti presenti e ora bloccati per mancanza di fondi per la bonifica. Il problema potrà risolversi puntando all’allontanamento coatto di coloro che soggiornano irregolarmente sul territorio di Roma Capitale e sulle recinzioni dei luoghi occupati per evitare il reinsediamento. E’ necessario bloccare i commerci illegali dei rom, intervenendo con misure drastiche anche su chi compra il rame e il ferro rubati o favorisce  tutte le forme di sostentamento irregolare acquistando merci di provenienza illecita o frutto del rovistaggio nei cassonetti, attività contro la quale abbiamo ripetutamente chiesto un’ordinanza del sindaco. Solo così si potrà evitare che gli sgomberi si risolvano in semplici traslochi dei nomadi da una zona all’altra della città. Per sollecitare l’intervento dell’amministrazione abbiamo nuovamente e per l’ennesima volta rappresentato, come facciamo ormai da oltre 4 anni, al sindaco Alemanno l’esasperazione dei romani e presentato una delibera già approvata dai Municipi, ora in attesa dell’approvazione dell’assemblea capitolina”,  conclude Santori.

NESSUN COMMENTO

Comments