Nissoli ad Alfano, che vuoi fare con l’Ambasciata a Santo Domingo?

La deputata eletta in Centro e Nord America chiede ad Alfano “come intenda operare al fine di garantire, in tempi certi e rispettando la data annunciata, il ripristino del pieno funzionamento dell'ambasciata e quindi anche dei servizi consolari, compresa la nomina dell'ambasciatore preposto”

Santo Domingo, Repubblica Dominicana

Fucsia Nissoli, deputata eletta nel Nord e Centro America, ha presentato una interpellanza, insieme al collega Dellai, al Ministro degli Esteri Angelino Alfano sulla prossima riapertura dell’ambasciata italiana a Santo Domingo, prevista il 1° febbraio.

“Garantire, in tempi certi e rispettando la data annunciata, il ripristino del pieno funzionamento dell’ambasciata e quindi anche dei servizi consolari, compresa la nomina dell’ambasciatore preposto”. Questo chiede Nissoli.

“Il decreto del Presidente della Repubblica 14 ottobre 2016 prevede l’istituzione a Santo Domingo (Repubblica Dominicana) di un’ambasciata d’Italia, a decorrere dal 1 febbraio 2017”, ricorda Nissoli nella premessa. “La notizia confermata dall’allora Ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale Gentiloni durante lo svolgimento il 28 settembre 2016 dell’interrogazione a risposta immediata in Assemblea n.3-02514, nella quale si richiedeva di venire incontro alle esigenze degli italiani che vivono nella Repubblica Dominicana riaprendo l’ambasciata italiana a Santo Domingo, soppressa il 31 dicembre 2014, aveva creato una attesa positiva da parte della comunità italiana ivi residente”.

On. Fucsia Nissoli
On. Fucsia Nissoli

“Tale comunità, oggi, a pochi giorni dalla data indicata per la riapertura, non vede segnali che possono far intendere attività connesse con la riapertura stessa della sede diplomatica, mentre non vi sono nemmeno notizie precise sull’inizio delle attività consolari”, riporta Nissoli, che aggiunge: “questa situazione sta creando preoccupazioni ed allarme all’interno della comunità italiana stessa che vede sfumare la certezza della riapertura della sede diplomatica”.

Per questo, la deputata eletta in Centro e Nord America chiede ad Alfano “come intenda operare al fine di garantire, in tempi certi e rispettando la data annunciata, il ripristino del pieno funzionamento dell’ambasciata e quindi anche dei servizi consolari, compresa la nomina dell’ambasciatore preposto”.