Neos, brillano i conti 2016

Il fatturato è stato di 274 milioni di euro; il vettore ha chiuso l’esercizio in profitto e ha trasportato 1.178.547 passeggeri nel mondo; successo per l’operazione Cina

Brilla solo Neos nel disastrato trasporto aereo italiano. La compagnia del gruppo Alpitour è l’unica con i conti stabilmente in ordine e un’attività in crescita. Merito anche del particolare modello linea-charter, e al fatto di essere al servizio dei marchi del gruppo, dal quale proviene circa il 50% della clientela.

Nel 2016 (anno societario da novembre 2015 a ottobre 2016), Neos ha trasportato 1.178.547 persone in tutto il mondo con la sua flotta di sei Boeing 737-800W (Winglet) e 3 B767-300ERW (Extended Range & Winglet). Il fatturato è stato di quasi 274 milioni di euro. L’utile non viene comunicato, ma i bilanci di Neos sono in profitto dal primo anno di attività. I dipendenti sono 606.

A dicembre 2017 arriverà il primo B787-9, il modello più innovativo e avanzato nel mondo dell’aviazione civile. A giugno 2018 arriverà il secondo B787-9  e a ottobre 2018 arriverà il terzo. Per l’inverno 2018/19 la flotta di lungo raggio di Neos sarà dunque costituita da 6 aeromobili (3 B787-9 e 3 B767-300).

I tre nuovi B787-9 avranno motori Rolls-Royce (Trent 1000-J) e avranno una configurazione che garantirà il massimo comfort a bordo per i 359 passeggeri, (28 i posti in Premium e 331 in Economy). Gli aerei presenteranno innovativi sistemi di umidificazione e pressurizzazione, avranno più velocità e maggiore autonomia, permettendo così di aumentare il numero delle mete raggiungibili.

Nella stagione estiva del 2016 è stato avviato il progetto Cina, che ha permesso di trasportare circa 10 mila persone a Roma da tre città cinesi – Tientsin-Binhai, Shenyang-Taoxian, Zhengzhou-Xinzheng – e viceversa.

L’operazione iniziata l’11 luglio 2016 e durata fino a fine ottobre è stata un successo, raggiungendo un riempimento del 97%. Il progetto verrà riproposto nel 2017, riconfermando le operazioni da maggio a ottobre. Nel marzo 2017, saranno ricordati i 15 anni di operazioni Neos verso Tel Aviv. Il primo volo risale al 20 marzo del 2002.

La programmazione vede la compagnia impegnata con voli da Tel Aviv per Verona, Milano, Trieste, Malaga, Ljubiana, Stoccarda, Barcellona, Bucarest, Rhodi, Heraklion.