Prima Assemblea nazionale, al Teatro Quirino di Roma, per “Centristi per l’Europa”, nuovo movimento lanciato da Pier Ferdinando Casini. Provare a riaggregare i moderati, per ricreare un’area di centro compatta, di nuovo unità, con una spinta europeista a far da comune denominatore. Questo l’obiettivo, non poco ambizioso.

L’Assemblea ha provveduto a nominare coordinatore, per acclamazione, Gianpiero D’Alia.
“I moderati devono unirsi”, ha detto Casini. “Più che qualcosa di nuovo che nasce, serve unire. Serve unire i moderati se si vuole evitare che questo Paese si consegni a Grillo e Salvini. Il mio appello è: unitevi. I moderati devono unirsi”.

All’incontro hanno preso parte, tra gli altri, anche il ministro dell’Ambiente, Gianluca Galletti, Mauro Libè e il presidente della commissione Finanze del Senato, Luigi Marino. “Questo movimento che nasce, il primo a richiamarsi esplicitamente all’Europa, fa un atto di coraggio – puntualizza Casini -. Certo, l’Europa va cambiata. Ma senza l’Europa non c’è più futuro, né per la Germania, né per la Francia, né per l’Italia”.
Al lancio della nuova formazione politica ha partecipato anche Aldo Di Biagio, senatore di Area Popolare eletto nella ripartizione estera Europa. Ecco il suo post su Facebook:

NESSUN COMMENTO

Comments