Napoli l’uovo di cioccolata da 300 chili di Gay Odin

Quest'anno l'"opera" dedicata alla rinascita dei musei napoletani

A Napoli, in occasione della Pasqua 2017, torna la tradizione dell’uovo di cioccolata gigante, realizzato dalla storica pasticceria Gay Odin. Un colosso da 300 chili di golosità, quest’anno dedicato alla rinascita dei musei napoletani, come ha spiegato l’amministratrice dell’azienda, Marisa Del Vecchio.

“Noi abbiamo quest’abitudine da più di 10 anni – ha detto – abbiamo la forma di quest’uovo molto grande che ci fu ordinato da una casa farmaceutica e ogni anno lo dedichiamo a un avvenimento della città. Quest’ anno abbiamo notato che una cosa importante successa a a Napoli era la rinascita dei musei: il Mann, il Museo nazionale e Capodimonte con il Real bosco che è diventato bellissimo e godibile da tutti i cittadini napoletani”.

Dall’8 aprile al 10 luglio 2017 il museo di Capodimonte ospiterà la mostra “Picasso e Napoli”. Al Mann, invece, e in contemporanea al parco archeologico di Pompei, fino a settembre è in corso la mostra “Mito e Natura, dalla Grecia a Pompei” e l’uovo gigante vuole essere anche un modo per celebrare la vocazione turistica del capoluogo partenopeo.

“Abbiamo un ritorno di turismo consolidato – ha spiegato Daniela Villani, assessore alle Pari opportunità del Comune di Napoli – perché Napoli è una città che ha riscoperto il suo orgoglio e la sua dignità e soprattutto ha messo a sistema le eccellenze. Qui c’è un esempio di grande eccellenza napoletana; una fabbrica di cioccolata antichissima di cui ci onoriamo attraverso questo grande e bellissimo uovo”. Dopo Pasqua, nell’ambito della manifestazione “Maggio dei monumenti” ci sarà anche il “Maggio napoletano”, dedicato alle eccellenze napoletane e la stessa Gay Odin aprirà le porte dell’azienda a turisti e cittadini.

NESSUN COMMENTO

Comments