Napoli, De Magistris: No ai botti illegali, dietro c’è la camorra

Roma, 29 dic. (TMNews) - "Invito i napoletani ed i turisti a venire in piazza Plebiscito, il 31 dicembre, per il concerto dei fratelli Bennato che per la prima volta cantano insieme". Lo ha detto il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, questa mattina in diretta a 'Start' su Rai Radio 1. Il sindaco ha invitato a dire no "ai botti e ai fuochi illegali: abbiamo fatto una grande campagna con l’ospedale Cardarelli, la prefettura e tutte le forze dell’ordine chiamata 'Fuochi di legalità'”. Per de Magistris i botti illegali "sono da criminali e ci sarà tolleranza zero perché dietro i fuochi e i botti illegali c’è la criminalità organizzata, c’è la camorra". De Magistris ha spiegato di non aver emanato un'ordinanza "che vieti in modo complessivo i fuochi perché Napoli è la città anche dei fuochi legali. Infatti a Castel dell’Ovo, alle 2 notte di Capodanno, ci sarà uno spettacolo di fuochi pirotecnici assolutamente legali e sicuri". Di qui l'appello del sindaco: "Invitiamo i napoletani a non usare assolutamente i fuochi e i botti illegali perché si rischia di trasformare una notte di allegria e di festa in una notte di tragedia: spesso, infatti, i bambini il giorno dopo l’ultimo dell’anno vanno a raccogliere i botti inesplosi per strada". Il sindaco ha poi definito la 'bomba Monti' "un vero e proprio ordigno esplosivo come quelli che vengono utilizzati nelle stragi di mafia, visto che sono ordigni in grado di far saltare un palazzo o provocare una strage. Criminalità a cui diciamo no perché - ha concluso ai microfoni di Start su Rai Radio 1 - tutto questo nulla ha a che vedere con la festa, con i fuochi, con la fine dell’anno e con le tradizioni popolari".

Luigi De Magistris, sindaco di Napoli, questa mattina in diretta a ‘Start’ su Rai Radio 1, ha invitato “i napoletani ed i turisti a venire in piazza Plebiscito, il 31 dicembre, per il concerto dei fratelli Bennato che per la prima volta cantano insieme".

L’intervento in radio è stato utile anche per ricordare la lotta del Comune “ai botti e ai fuochi illegali: abbiamo fatto una grande campagna con l`ospedale Cardarelli, la prefettura e tutte le forze dell`ordine chiamata ‘Fuochi di legalità’". I botti illegali, ha affermato De Magistris, "sono da criminali e ci sarà tolleranza zero, perché dietro i fuochi e i botti illegali c`è la criminalità organizzata, c`è la camorra. Criminalità a cui diciamo no, perché  tutto questo nulla ha a che vedere con la festa, con i fuochi, con la fine dell`anno e con le tradizioni popolarari”.

Per questo “invitiamo i napoletani a non usare assolutamente i fuochi e i botti illegali perché si rischia di trasformare una notte di allegria e di festa in una notte di tragedia.

NESSUN COMMENTO

Comments