Nanjing Vertical Forest, ispirato al Bosco Verticale di Milano

Incontro al Politecnico di Milano tra delegazione cinese e architetto Stefano Boeri, interesse in Cina verso i progetti di Vertical Forest e Forest City

“Sono felice che il Bosco Verticale possa essere un ponte tra Nanchino e Milano come riferimento per le politiche di miglioramento della qualità ambientale”
Stefano Boeri
Politecnico Milano, 16 marzo 2017

Si è svolta oggi al Politecnico di Milano la visita della delegazione cinese composta da:

Guo Lajun – Deputy Mayor of Nanjing
Chen Hua – Deputy Head of Nanjing Academy of Governance
He Xiaoqing – Deputy Director-General of Nanjing Bureau of Commerce
Cao Wentang – Deputy Director-General of Nanjing Foreign Affairs Office
Zhang Huimin – Deputy Mayor of Xuanwu District, Nanjing
Shen Dachun – Division Chief of Organization Department of Nanjing CPC

La parola chiave della presentazione è stata “Forestazione Urbana”.

Il progetto Nanjing Vertical Forest, promosso dal Nanjing Yang Zi State-owned National Investment Group Co.ltd, è il secondo prototipo di un progetto sulla demineralizzazione e forestazione urbana che Stefano Boeri Architetti sta portando avanti in tutto il mondo e, in particolare, in altre città della Cina, tra cui Shijiazhuang, Liuzhou, Guizhou, Shanghai e Chongqing.

L’interesse in Cina verso i progetti di Vertical Forest e Forest City è confermato anche dalla pubblicazione del libro «A Forest City», a cura di Stefano Boeri Architetti Cina CHE VERRA’ PUBBLICATO dalla Tongji University Press.

L’importanza dell’incontro mette in luce una relazione sempre più stretta tra Nanchino e Milano, una comunione di intenti nell’ottica di costruire un futuro orientato alla biodiversità partendo dalle nuove generazioni e da una nuova cultura.

Durante l’incontro, l’architetto Stefano Boeri, che ha progettato il pluripremiato Bosco Verticale, ha raccontato come la forestazione urbana e la tutela della biodiversità siano un elemento imprescindibile nello sviluppo delle metropoli, un cambio completo di paradigma nel rapporto tra boschi, foreste e città.

Un futuro, quello presentato oggi da Stefano Boeri, che prevede la creazione di spazi orizzontali che collegano i parchi e i boschi che già fanno respirare la città, garantendo la sopravvivenza delle specie animali che li popolano e incrementando il potenziale di contrasto ai cambiamenti climatici.

La delegazione asiatica ha concluso il tour con una visita guidata proprio al Bosco Verticale di Milano, dove lo stesso sindaco di Nanjing ha potuto vedere dal vivo il primo esempio al mondo di Vertical Forrest.

NESSUN COMMENTO

Comments