Muore dopo aborto a Palermo, Orlando scrive a Russo

Il presidente della Commissione parlamentare d’inchiesta sugli errori sanitari e le cause dei disavanzi sanitari regionali, Leoluca Orlando, ha scritto all’assessore alla Sanita’ della Regione Sicilia, Massimo Russo, in merito a quanto accaduto ad una donna deceduta il 6 gennaio scorso a Palermo, poche settimane dopo un aborto terapeutico.

La signora G.M.L., di 32 anni, si legge in una nota della Commissione, ‘era stata ricoverata nel reparto di ginecologia e ostetricia e, dopo l’aborto avvenuto il 5 dicembre, avrebbe iniziato ad accusare problemi cardiovascolari, a causa dei quali si era recata due volte a pronto soccorso. Nel registro degli indagati sono stati iscritti 7 medici dell’ospedale ‘Cervello’ di Palermo’.
 

‘La Commissione d’inchiesta che presiedo – si legge nella lettera inviata da Orlando – senza pregiudizio per le indagini in corso da parte della competente autorita’ giudiziaria, intende acquisire ogni dato utile a conoscere lo svolgimento dei fatti, sia in merito alle eventuali criticita’ organizzative riscontrate, che in ordine ad iniziative amministrative, sanzionatorie e/o cautelari assunte a fronte di eventuali responsabilita’ individuali. Le chiedo pertanto di trasmettere una relazione recante ogni utile elemento di conoscenza sull’accaduto. La documentazione acquisita sara’ valutata per eventuali, ulteriori adempimenti di competenza’.