Mulè (Fi): “No a Cottarelli, si torni al voto”

Giorgio Mulè, portavoce gruppi Fi: “Salvini? La sua casa è il centrodestra. Ridiamo la parola agli elettori, Berlusconi è pronto a fare campagna elettorale in prima persona”

Giorgio Mulè, portavoce unico dei gruppi parlamentari di Forza Italia, intervenuto a Radio Cusano Campus sull’attuale situazione politica ha detto: “Salvini è un alleato fondamentale del centrodestra, governa con noi da svariati decenni, questa è un’esperienza che non finisce. Il centrodestra dimostra di essere una parte che fa il bene di questo Paese, non si può prescindere dall’alleanza di centrodestra con la Lega e Fratelli D’Italia”.

Secondo Mulè “l’accordo con i Cinque Stelle per la Lega sarebbe uno snaturamento. Già nel contratto di Governo si sono dovuti arrampicare sugli specchi, le idee e l’animo della Lega è opposto a quello dei Cinque Stelle. La casa della Lega è il centrodestra”.

Sulle accuse ricevute dal Presidente della Repubblica: “Nei confronti di Mattarella Berlusconi ha detto parole chiare, giudicando irresponsabile chi chiede un’improbabile messa in stato d’accusa o addirittura l’accusa di alto tradimento nei confronti del Presidente della Repubblica. Si tratta di un’iniziativa avventata, figlia di una reazione scomposta verso un comportamento che è nei poteri del Presidente della Repubblica”.

Su Cottarelli: “E’ rispettabile e preparato, però è un tecnico, non è espressione di un Governo politico. Il quinto ce lo siamo risparmiati, sarebbe il quinto bis alla guida del Paese. Onestamente no, non avrà la fiducia di Forza Italia in Parlamento, basta, oggettivamente abbiamo dato, ridiamo la parola agli elettori e torniamo a votare”.

Su Berlusconi: “E’ pronto a fare campagna elettorale in prima persona, ora può anche tornare in campo da candidato premier. E’ prontissimo a guidare sul campo Forza Italia”.