Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo: quali politiche per italiani nel mondo? – di Emanuele Esposito

Il movimento creato da Beppe Grillo non é affatto anti politica, é semplicemente un movimento che raccoglie i cocci della politica di quest’ultimo decennio. L’Italia ha bisogno ora più che mai di gente fresca, idee nuove e soprattutto di una classe dirigente diversa e più preparata a livello globale. In questi ultimi mesi ho letto da più parti che i partiti italiani si stanno muovendo nella direzione di dare spazio ai giovani, credo che sia solo una timida mossa politica per mettere a tacere i malumori all’interno degli schieramenti, una vera e propria volontà politica all’apertura dei giovani non c’è.

Se davvero vogliono dare spazio ai giovani, comincino a rinunciare alle candidature alle prossime elezioni: non credo che Casini, Bersani, D’Alema, Berlusconi e tutti gli altri componenti del parlamento Italiano che sono lì da circa un ventennio rinuncerebbero alle loro poltrone. L’Italia é il primo paese al mondo dove la classe dirigente è vecchia: le solite facce, siamo governati dagli stessi politici da troppo tempo. E ci vengono ancora a raccontare la storia che la colpa é dei precedenti governi: e chi c’era in quei governi?

Abbiamo il presidente della Repubblica che é un ottantenne, senatori che sono vicino al secolo e mi vengono a parlare di spazio ai giovani: questi signori ci hanno governato per un secolo e la colpa di questo disastro economico, sociale e politico di chi é? Dei governi precedenti? E voi, Casini, Napolitano, D’Alema, Berlusconi, Fini, dove eravate? Spazio si giovani? Bene, restate a casa!

Per quanto riguarda il Movimento 5 Stelle, penso che debba creare una linea politica seria e non solo criticare: in questo momento è un fenomeno, é come una moda, ma se riesce a creare un gruppo e una linea politica seria allora sì che può fare fastidio. C’è il rischio che il gioco delle poltrone non diventi anche per Grillo&Co. il solito partito del magna magna. La lega era come il Grillo e abbiamo visto cosa é successo. E poi Forza Italia, Di Pietro…
 
In ogni caso, a Grillo direi che è necessario dare spazio ai giovani: il movimento é fatto da giovani, ma chi comanda è il comico genovese, che proprio giovane non è. Questo mi fa pensare.

Comunque mi piacerebbe sapere dai grillini quali sono le politiche per gli italiani nel mondo. Dunque, per esempio, cosa intende fare il M5S per gli immigrati clandestini, per Rai International, per i consolati italiani e per i nostri connazionali detenuti all’estero. E ancora: Comites e Cgie, Ambasciatori zona EU (a cosa servono se tutti i giorni i ministri dei rispettivi Paesi si incontrano?), Istituti di Cultura, scuole italiane all’estero…

Ad oggi non vedo un solo partito in grado seriamente di prendersi impegni con il popolo italiano, il rischio di essere presi in giro ancora una volta é alto, non c’è nessuna volontà politica di nessun partito ad oggi di fare cose serie per gli italiani nel mondo. Vediamo chi riesce veramente a fare spazio ai giovani, chi ha voglia di investire in risorse umane vere, fresche: vedremo quanti volti nuovi metteranno in lista!

NESSUN COMMENTO

Comments