MotoGP, a Jeres tutto pronto per ultimo test

Piloti, team e moto, sono tutti pronti per la tre giorni di test che iniziera’ domani e che chiudera’ la fase preparatoria alla stagione 2012. Per la MotoGP si tratta del terzo test ufficiale, il primo con tutte le CRT (le MotoGP con motore derivato di serie) al completo.

Il confronto tra queste due tipologie di moto e’ molto atteso. Le GP con motore derivato di serie rappresentano la scommessa che la Dorna ha fatto per mantenere la griglia di partenza su livelli accettabili. Grazie all’ingresso delle CRT, infatti, quest’anno saranno 19 le moto schierate nella massima categoria, mentre lo scorso anno erano 17. Per la verita’ questa seduta di test assomiglia molto di piu’ ad un primo gran premio.

Nel paddock non si respira aria da prova, la calma e la rilassatezza negli addetti ai lavori e nei piloti sembra essere gia’ sparita a favore di un sano clima competitivo.

Il piu’ atteso in pista e’ come sempre Valentino Rossi, che porta per la prima volta in pista la sua nuova Ducati Desmosedici in versione tricolore. Questa versione cromatica non nasconde nessuna novita’ tecnica rispetto a quanto visto nei test della Malaysia, ma si spera che le cose vadano meglio.

L’uomo da battere e’ come sempre l’australiano della Honda, Casey Stoner, che ha dominato nelle prove invernali. Accanto a Stoner, da tenere d’occhio il compagno di squadra dell’australiano, lo spagnolo Dani Pedrosa, che a Jerez ha sempre fatto molto bene. Le Yamaha, invece, si sono svelate nella loro livrea definitiva proprio nel paddock del circuito andaluso. La nuova colorazione e’ meno blu e piu’ bianca, ma nonostante la presenza dello sponsor Eneos (compagnia petrolifera nipponica) brilla per la pulizia dei disegni e la mancanza di patrocinatori, che evidenzia il momento critico che si sta attraversando anche in Motogp.

Tra i privati, c’e’ Andrea Dovizioso che debutta in questa stagione in sella alla Yamaha del Team Tech3, mentre nella CRT ci sono Danilo Petrucci (Ioda-Aprilia), Michele Pirro (FTR-Honda Gresini) e Mattia Pasini (ART-Aprilia Speed Master).

NESSUN COMMENTO

Comments