Morti carbonizzati in un camper due ragazzi di 14 e 18 anni

Forse è stato causato da un malfunzionamento di una stufetta elettrica, accesa per scaldarsi un po’ e proteggersi dal freddo della notte, l’incendio scoppiato nel camper in cui stavano dormendo quattro ragazzi dopo una serata passata in discoteca: due di loro, 14 e 18 anni, sono morti carbonizzati. Gli altri, 17 e 19 anni, sono stati ricoverati d’urgenza  all’ospedale di Montecchio a causa dell’intossicazione per aver respirato i gas della combustione, e poi sarebbero stati portati a Fidenza (Parma) per essere curati in camera iperbarica. Le loro condizioni di salute per ora non destano preoccupazioni, ha fatto sapere la direzione dell’Azienda Ausl di Reggio Emilia.

La tragedia e’ avvenuta in Via Neida del comune di Cavriago. Il camper era parcheggiato nel cortile dell’abitazione del quattordicenne. La Procura della Repubblica di Reggio Emilia ha aperto un’inchiesta.

NESSUN COMMENTO

Comments