Moody’s, Della Valle: ‘Si blocca ottimismo’. Di Pietro: ‘Macigno’ Berlusconi si tolga di mezzo

La notizia del declassamento del rating italiano da parte dell’agenzia Moody’s è stata letta da Giovanni Floris duranta la puntata di "Ballarò". Cosa accadrà adesso? Diego Della Valle, ospite della trasmissione in collegamento video, commenta così: "La borsa non sarà felice e così si blocca il termometro dell’ottimismo che gia’ e’ scarso". Quella che declassamento del rating italiano "è una notizia che non migliora la nostra condizione e rende ancora più urgente una squadra di governo competente che domattina, e non tra due mesi, si riconosca in tutti gli schieramenti politici e si metta al servizio del Paese per risolvere in questo anno le emergenze per poi andare al voto".

Nello studio di Floris anche Antonio Di Pietro, che dice la sua: per risollevare il Paese da questa crisi, è convinto il leader Idv, è necessario che Silvio Berlusconi tolga il disturbo. Bisogna eliminare il "macigno" che l’attuale governo rappresenta, spiega Di Pietro, che lancia un messaggio a Napolitano: "Presidente, mandi un messaggio alle Camere perche’ i parlamentari si assumano le loro responsabilità. Quello non se ne va, e se non se ne va non si risolve il problema". "C’e’ davvero gente che davanti agli uffici comunali oggi dice che non arriva alla fine del mese. Domani sfonderanno le vetrine".