Monti, il Pdl all’attacco: ‘In caso di forzature, via la fiducia’

© Marco Merlini / LaPresse 04-08-2010 Roma Politica Camera dei deputati, aula, dichiarazioni di voto e voto sulla mozione di sfiducia al sottosegretario alla Giustizia, Giacomo Caliendo Nella foto il ministro della Giustizia Angelino Alfano e il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi © Marco Merlini / LaPresse Rome, 08-04-2010 Politic House of Parliament, vote statement and vote about the distrust motion for the Justice Undersecretary, Giacomo Caliendo In the photo Justice Minister Angelino Alfano and Premier Silvio Berlusconi

Fuoco aperto del Pdl e cordone difensivo attorno al Cavaliere. E’ quanto percepito nei palazzi della politica. Le dichiarazioni del segretario politico del Popolo della Libertà, Angelino Alfano, poi, surriscaldano un clima già irrimediabilmente compromesso dagli ultimi eventi politici che hanno cambiato e continuano a cambiare lo scenario.

"Il governo Berlusconi – precisa Alfano – non è stato abbattuto dalla sinistra, non è stato sfiduciato né dal parlamento, né dagli italiani, ma dal combinato-disposto costituito dalla confusione mentale e politica di alcuni deputati e dall’azione dei mercati, che oramai, non solo in Italia, intervengono pesantemente anche sugli equilibri politici influenzandoli pesantemente". Il segretario del partito azzurro precisa poi che: "se ci dovessero essere delle forzature in Parlamento da parte del Governo, non ci penseremo due volte e toglieremo la fiducia".

NESSUN COMMENTO

Comments